Contenuto sponsorizzato
ArteNatura, come una betulla diventa lampada

L'esposizione, visitabile fino al 6 gennaio a Madonna di Campiglio, propone i lavori dell'artigiano Alessio Zanella: "Utilizzo materiali semplici e genuini di montagna per creare un arredamento unico e di design" 

Pubblicato il - 31 dicembre 2016 - 16:10

MALE'. Arte, natura e colore. Queste sono le parole chiave di Alessio Zanella, artigiano solandro originario di Malè che vive e lavora alle porte del parco nazionale dello Stelvio e del parco naturale Adamello Brenta.

 

"La mia idea - spiega Zanella - è quella di usare materiali semplici che si trovano in natura, come betulle, faggi, foglie e licheni per creare oggetti di arredamento originali nel design e nelle forme, coniugando in questo modo la passione e il rispetto che nutro nei confronti della natura grazie alla mia propensione alla manualità".

 

Dopo una lunga esperienza nel settore dell'artigianato che gli ha permesso di sviluppare la propria manualità, circa 15 anni fa Zanella ha fatto il salto e si è messo in proprio. Oggi oltre alla normale attività di artigiano, da quasi due anni ha sviluppato ulteriormente la passione producendo lampade e oggetti di arredamento e design: "Attraverso questi oggetti - spiega - cerco di dar vita alla sinergia fra la semplicità dei materiali usati e le forme esuberanti realizzate. I materiali sono elementi dell'ambiente che mi circondano e rappresentano la semplicità e la genuinità della montagna attraverso forme più elaborate. Tutti i pezzi sono unici in quanto intagliati a mano mediante piccoli attrezzi". 

 

Questo impegno fino al 6 gennaio è diventato anche un'esposizione a Madonna di Campiglio presso la Sala Canonica in via Campanil Basso: "ArteNatura (qui info) - conclude Zanella - nasce dal bisogno di far conoscere gli oggetti di arredamento che ho creato per trasmettere atmosfera e armonia".

 

 

 

Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 giugno - 19:10

Isidoro Ruocco, gestore del locale smentisce alcune notizie uscite sulla stampa. Su piazza Dante spiegano che "Gli uffici nei palazzi pensano che la situazione possa migliorare con il 'volemose ben' ma ci sono persone che girano con il coltello in tasca”.  Mercoledì si è deciso di organizzare un “aperitivo solidale per presidiare la piazza”

26 giugno - 12:55

Tra gli appuntamenti più tradizionali della kermesse patronale, la disfida rievoca un episodio accaduto nel VI secolo, ripreso in modi e forme diverse fino al IX secolo e ritornato in auge nel 1984. Ecco la storia e alcune curiosità

26 giugno - 17:31

Sul posto si è subito diretto l'elisoccorso con a bordo i medici rianimatori che hanno subito preso in mano la situazione riuscendo a stabilizzare i segni vitali dell'infortunato

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato