Contenuto sponsorizzato
Work in progress, quattro temi per valorizzare il sottopasso di via Verdi

L'opera sarà realizzata dall'artista, vignettista e restauratore trentino Rudi Patauner. Un'iniziativa di Trento Fiere per valorizzare un sottopasso molto utilizzato e rilanciare la candidatura di Trento a capitale italiana della cultura 2018

Pubblicato il - 25 novembre 2016 - 10:02

TRENTO. Giovedì 24 novembre sono iniziati i lavori per valorizzare il sottopasso ciclopedonale di via Verdi a Trento. Storia, scienze, cultura e turismo saranno raccontati attraverso gli occhi e la fantasia dell'artista, vignettista e restauratore trentino Rudi Patauner. Questa iniziativa è prevista anche per rilanciare la candidatura di Trento a capitale italiana della Cultura nel 2018.

 

Una squadra di imbianchini è al lavoro per sistemare le pareti interessate dall'intervento, prima dell'entrata in scena di Rudi Patauner per un'opera finanziata da Trento Fiere, in accordo con il Comune di Trento e in particolare l'assessore Roberto Stanchina, per abbellire una zona di grande afflusso di turisti e cittadini, soprattutto in vista del ponte dell'Immacolata.

 

Il disegnatore trasferirà sulle mura del sottopasso, i temi centrali che sostengono Trento come candidata a capitale della Cultura nel 2018: l'intervento dovrebbe essere terminato entro il ponte dell'Immacolata, quando ci si aspetta il maggior afflusso di turisti in visita a Trento, soprattutto per i Mercatini di Natale che sono situati in piazza Fiera e in piazza Cesare Battisti e dureranno fino al 6 gennaio 2017

 

L'intervento sarà suddiviso in quattro sezioni, che raccontano i quattro temi di "Trento 18" attraverso alcuni luoghi simbolo della città. Trento è stata, infatti, selezionata tra una rosa di dieci città che si sfideranno per diventare capitale della cultura tra due anni. 

 

Iniziando da ovest, l'artista andrà a realizzare uno schizzo di palazzo delle Albere accanto al Muse, ovvero la riproduzione del suggestivo angolo dove, con eleganza, si incontrano antico e moderno.

 

Nella seconda porzione di muro, sulla parete che costeggia la scalinata che da piazzale Sanseverino scende all'imbocco del sottopasso ciclopedonale, verrà riprodotto l'Uomo Vitruviano di Leonardo.

 

Continuando nel sottopasso, nella parte coperta, verrà raffigurata a livello simbolico, la nuova biblioteca dell'architetto Piano, rappresentata da disegni stilizzati di libri. 

 

Nell'ultima parte del sottopasso, quella scoperta, verranno dipinte delle montagne e un "sogno": la tanto discussa funivia che da Trento dovrebbe salire sul Monte Bondone.

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 agosto - 07:04

Ma a parte gli immigrati untori che ammorbano l'aria, Alessia Ambrosi si è occupata anche di orsi. Nello stesso comunicato: perché in fondo tutti - orsi e profughi - dovrebbero tornare a casa loro. Chi in Africa, chi sulle montagne

18 agosto - 17:08

I dati sono stati prodotti da Amazon.it e si dividono per generi letterari e per modalità di acquisto (ebook, cartaceo e uno più l'altro). Come generi a Trento vanno forte i libri di finanza e business e quelli di finzione

18 agosto - 19:15

Dopo il contributo del giornalista Alessio Kaisermann e quello di Alessandro Giuliani oggi pubblichiamo il testo di Alessandro Ghezzer che spiega come tutti (compresi noi) abbiamo scritto troppo di orso inseguendo i titoloni ad effetto (con anche qualche esagerazione come quella di oggi su Marco Vegan)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato