Spazio pubblicitario
L'Euregio come punto di riferimento per l'Europa
Il passato non può essere vissuto in maniera nostalgica, ma deve essere invece valorizzato, per affrontare, con maggiore consapevolezza e senso della realtà, il presente e soprattutto le sfide di un futuro che appare sempre più incerto ed impegnativo
Di Franco Panizza - 19 novembre 2016 - 12:03

Ho provato ieri grande soddisfazione ed un senso di profondo orgoglio nell'ascoltare il Presidente Ugo Rossi mentre prendeva la parola a Bolzano per il settantesimo dell'Accordo De Gasperi Gruber. 

 

Rivolgendosi al Presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker, il nostro Presidente ho parlato dell'Euregio come punto di riferimento non solo per le nostre comunità, ma anche per l'Europa ed ha lanciato le quattro sfide sulle quali l'Euregio è fortemente impegnata: 1 - conoscere meglio la storia passata, anche per combattere ogni forma di risorgente nazionalismo; 2 - la promozione di una classe dirigente trilingue euroregionale e non solo, in grado di cogliere la complessità dell'azione politica, economica e sociale in una prospettiva europea; 3 - la promozione di una concezione integrale, non solo economica, di benessere per lo sviluppo dello spazio alpino; 4 - l'Euregio come casa anche delle opportunità e del merito per i giovani.

 

Quelle che ha avanzato il nostro Presidente Rossi sono sfide concrete, lungimiranti e strategiche, che proiettano il nostro essere autonomi e credere nella nostra storica vocazione europea  dell'impegno del presente e nella visione del futuro. Non chiacchiere o solo una felice utopia, quindi, ma azioni e progetti concreti che puntano sul coraggio delle scelte, sullo sviluppo, sui giovani e la formazione, che guardano al futuro ma senza perdere di vista il nostro comune passato. Un passato che non può essere vissuto in maniera nostalgica, ma deve essere invece valorizzato, per affrontare, con maggiore consapevolezza e senso della realtà, il presente e soprattutto le sfide di un futuro che appare sempre più incerto ed impegnativo.

Spazio pubblicitario

Dalla home

24 febbraio - 19:35

Linea dura contro maleducati e delinquenti sugli autobus. Mercoledì sera l'autista del 17 è stato insultato e ha ricevuto uno sputo in volto da un passeggero per essersi rifiutato di partire dopo che l'utente aveva dichiarato di non voler fare il biglietto. La Fisal ha chiesto di blindare ermeticamente le cabine di guida. La Cisl ha proposto alle altre sigle sindacali di costituirsi parte civile

24 febbraio - 21:26

Ieri sera a Pergine l'avvocato Degaudenz ha spiegato, carte alla mano, la vicenda delle famiglie truffate dal dipendente della Comunità Alta Valsugana che ora dovranno risarcire lo stesso ente pubblico. Molte le domande che hanno trovato risposta (se alcune famiglie erano complici e perché il Tar hanno rigettato i ricorsi) ma quella più attesa "Chi paga quando sbaglia l'ente pubblico" non ha trovato risposta 

24 febbraio - 20:06

In nuovo segretario sarà deciso nella riunione della prossima settimana. Toccherà a lui portare il partito a congresso

Spazio pubblicitario
Spazio pubblicitario
Spazio pubblicitario
Spazio pubblicitario