Contenuto sponsorizzato

Terrorismo, servono dispositivi efficaci e coesione

Spetta alle forze politiche la responsabilità di accogliere l'appello alla coesione, nel rispetto delle diverse posizioni, del presidente Gentiloni e del capo di stato Mattarella
I cittadini di Berlino e i rifugiati cantano "We are the world" sul luogo dell'attentato
Dal blog di Lorenzo Dellai - 21 dicembre 2016 - 20:13

Esprimiamo apprezzamento per la conferma del metodo di confronto istituzionale con tutti i gruppi parlamentari e per le misure che sono state messe in campo dal Governo: quelle visibili e sopratutto quelle non visibili, che riguardano l'intelligence.

 

Per parte nostra, riteniamo che spetti alle forze politiche accogliere con responsabilità l'appello alla coesione, nel rispetto delle diverse posizioni, espresso sia dal presidente Gentiloni sia dal Capo dello Stato Sergio Mattarella.

 

Noi riteniamo che ciò debba anche tradursi in una misura di autocontrollo da parte di tutti i soggetti politici davanti a questi eventi terroristici: evocare in senso generico, in ogni occasione di questo tipo, il fenomeno dell'immigrazione non fa altro che accrescere una pericolosa e infondata equiparazione, utile solo alla strumentalità politica

 

Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 febbraio - 06:01

Candidato in Trentino Alto Adige in posizione impossibile da conquistare, Matteo Salvini lo ha inserito in posizione favorevole anche nel Lazio al secondo posto dopo Barbara Saltamartini, deputata uscente data per sicura in un collegio uninominale che lascerà il posto al primo dei non eletti, forse a Maturi

22 febbraio - 20:01

Fino a qualche anno fa si faceva risalire il comportamento simbolico agli Homo sapiens, che vissero 70mila anni fa in Africa e 40mila anni fa in Europa. Oggi scriviamo un nuovo capitolo della preistoria: sappiamo che anche i Neanderthal possedevano capacità cognitive tali da produrre oggetti con significato simbolico

22 febbraio - 20:40

I dipendenti provinciali che si occupano di assistenza integrativa e di assegno unico hanno scritto una lettera anche al presidente Ugo Rossi. "Ci dobbiamo chiudere dentro gli uffici a chiave e arriverà una guardia giurata". Problemi anche nella gestione delle pratiche 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato