Contenuto sponsorizzato
Anche l'olivo vuole la sua acqua, l'anno scorso resa ridotta per la siccità
Pur essendo piante dalla grande resistenza anche gli oliveti necessitano di acqua. Nell'Alto Garda si pensa a un progetto d'irrigazione. Intanto l'anno scorso la resa si era ridotta dell'1,5%
Dal blog di Sergio Ferrari - 30 luglio 2017 - 20:15

L’olivo ha caratteristiche proprie di una pianta xerofila, cioè che si adatta ad una disponibilità medio bassa di acqua, di pioggia o irrigua. Le radici sono profonde e le foglie, coriacee nella pagina superiore, sono provviste al di sotto di peli stellati e distesi che limitano la traspirazione attraverso gli stomi.

 

Ciò non significa che l’olivicoltura dell’Alto Garda possa fare a meno di irrigazione. Sono dotate d’impianto irriguo a goccia le olivaie di fondovalle. Ne sono prive quelle di media e alta collina.

 

La realizzazione di un progetto generale d’irrigazione è tra gli obiettivi del consorzio irriguo di secondo grado. Lo scorso anno il lungo periodo di siccità di settembre e metà ottobre ha ridotto la resa in olio dell’1-1,5%. Poteva arrivare al 14-14,5%. In effetti non ha superato il 13%

Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 agosto - 17:54

Tra Ghost town, villaggi indiani e la Monument valley, ma anche temperature altissime e tempeste di sabbia, il trentino ha raggiunto la terra di confine a nord-ovest del continente americano: "In Alaska ci sono solo tre stagioni: luglio, agosto e l'inverno. Qui nevica già"

20 agosto - 06:13

Le denunce di infortuni colpiscono soprattutto  i settori terziario e agricoltura. Per la Cgil e la Cisl  "Incremento legato alla crescita economica" mentre per la Uil "Caduta di attenzione sulla sicurezza nei posti di lavoro"

20 agosto - 17:17

L'uomo, un 43enne bulgaro, è stato colto da un malore. Si trovava sulla Marmolada a quota 3.200 poco dopo la ferrata di Punta Penia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato