Contenuto sponsorizzato

Fondazione Mach, non solo teoria. Ogni anno sfornate 300.000 bottiglie di vino

Dalle vigne vicino all'edificio al vigneto di Maso Togn di 10 ettari sono 3.700 i quintali d'uva prodotti dalla Fem. Completano l'offerta 13.000 bottiglie di spumante
Dal blog di Sergio Ferrari - 31 dicembre 2016 - 18:08

La cantina aziendale della Fondazione Mach produce 300.000 bottiglie di vino all’anno trasformando 3.700 quintali di uva proveniente da diversi vigneti di proprietà dell’ente.

 

Il più esteso, di 40 ettari, si trova nelle adiacenze del complesso edificiale. Sulla collina che sovrasta S. Michele c’è il vigneto di Maso Togn di 10 ettari.  Un altro di 7 ettari si trova a Vigalzano di Pergine Valsugana ed entrerà in produzione nel 2017 con le varietà Pinot nero, Sauvignon bianco e Chardonnay.

 

Completano il compendio i vigneti di Telve Valsugana (lascito De Bellat) e dell’azienda Al Navicello di Rovereto. L’offerta enologica FEM è completata da 13.000 bottiglie di spumante metodo classico che porta il nome del fondatore Edmondo Mach. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 maggio 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 13:25

Nella delibera di una settimana fa che stanziava 4 milioni di euro per "Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione" venivano assegnati 10 punti in più se a fare domanda erano migranti e richiedenti asilo. Le opposizioni e le destre erano già, giustamente, sul piede di guerra. Ma la frase è discriminatoria. Rossi: "Abbiamo corretto l'errore" 

25 maggio - 15:27

L'azione dei carabinieri di Primiero San Martino, intervenuti dopo le segnalazioni di diversi residenti fino a cento metri di distanza dalla stalla in questione. Nei guai un allevatore agricolo della zona

25 maggio - 13:31

Le indagini, coordinate da Pasquale Profiti della procura di Trento, ha emesso il provvedimento di custodia cautelare in carcere nei confronti di Stefano Ramunni, che si trova ora al carcere di Genova Marassi. Operazione condotta dai carabinieri di Canal San Bovo

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato