Contenuto sponsorizzato

La siccità spinge verso i masi i cinghiali del Chiese

Gli animali stanno abbandonando il fondovalle anzitempo. In quota la neve che si scioglie permette di trovare bulbi e insetti
Dal blog di Sergio Ferrari - 09 luglio 2017 - 18:19

La siccità ha costretto i cinghiali della Valle del Chiese ad abbandonare anzitempo il fondovalle, dove non trovavano cibo fresco, a salire sui masi di mezza montagna. La neve si scioglie prima e quindi i selvatici trovano bulbi e insetti scavando il terreno con il grugno.

 

Gli addetti all’ufficio agricolo di Tione non hanno finora ricevuto denunce di danni con richiesta di indennizzo.

 

Non è escluso che danni siano stati effettivamente compiuti dai cinghiali, ma le pratiche per ottenere l’indennizzo comportano tempo e spese superiori all’indennizzo stesso e quindi spesso non viene richiesto dai diretti interessati.

Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 gennaio - 11:02

La malga Albi di Garniga era stata ristrutturata nel 2007. Sul posto i Corpi dei Vigili del fuoco volontari di Garniga, Romagnano, Ravina e Aldeno oltre ai Permanenti di Trento

17 gennaio - 06:01

E' partito il primo gennaio e la Pat lo ha definito "una svolta per le politiche sociali per il contrasto alla povertà". Ma non a tutti è andata bene. Giusppe Adinolfi ci racconta la sua storia: "Abbiamo fatto i conti e mi spettano 744 euro all'anno. Con il Progettone riprenderei a lavorare ad aprile. Come faccio?"

17 gennaio - 10:18

L'azienda era nata negli anni Trenta e la famiglia si era trasferita dalla Sicilia. Ora si passa alla terza generazione, alla guida della Distilleria Alpina andrà il figlio

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato