Contenuto sponsorizzato

Passerini scopre il prezzemolo dei francesi dove si erano fermate le truppe di Vendome

Il floricoltore di Brentonico sarà ospite di Mela Verde domenica 15 ottobre. Oggetto del servizio sarà una specie particolare di prezzemolo da foglia denominato Cronil ritrovato dal trentino
Dal blog di Sergio Ferrari - 10 ottobre 2017 - 20:30

Paolo Passerini floricoltore di Brentonico sarà ospite di Mela Verde domenica 15 ottobre. Oggetto del servizio sarà una specie particolare di prezzemolo da foglia denominato Cronil. Sulla base di testimonianze raccolte da agricoltori anziani, Paolo Passerini ha perlustrato la zona e ha trovato le prime piantine di questo prezzemolo ricco di olio essenziale che dà il tipico aroma ma che non contiene apiolo, sostanze velenosa, a differenza di altre specie dello stesso genere.

 

Forte dell’incoraggiamento di ristoratori che hanno assaggiato il prezzemolo Cronil, l’intraprendente floricoltore si è rivolto ai ricercatori del CREA di Villazzano che hanno coltivato la pianta adottando modalità diverse.

 

Paolo Passerini ha a disposizione una modesta quantità di seme sufficiente per allargare la coltivazione del prezzemolo Cronil in altri piccoli campi prova. Nota storica conclusiva: il prezzemolo è stato rinvenuto in una località che aveva ospitato le truppe del generale francese Vendome. (fine ‘700) 

Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 dicembre - 10:23

 Entrambe le piazze sono state dotate di un sistema di luce in caso di black out e sono circa una sessantina i presidi sanitari e antincendio presenti in centro storico. Tra le novità di quest'anno la torre presente in piazza Fiera 

12 dicembre - 21:21

Gli architetti di Campomarzio, questa sera, hanno presentato il loro disegno per Piedicastello. Un contributo per poter aprire la discussione e per provare a pensare al quartiere in maniera organica e finalmente come se facesse parte della città. A unirlo a via Verdi una passerrella 

12 dicembre - 21:47
Una querelle che si trascina tra il rettorato e l'assemblea degli studenti della facoltà di giurisprudenza di Lisbona da diverso tempo. Mesi e mesi di dialogo, ma sono ancora tanti i punti irrisolti all'ordine del giorno. Carlotta Capizzi: "Sono rimasta sorpresa ma questa protesta non è un fulmine a ciel sereno"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato