Contenuto sponsorizzato

Viticoltori impegnati nella difesa dalla peronospora

La situazione sanitaria delle viti è sotto controllo, ma precaria per le continue piogge. Una pressione del fungo addirittura maggiore di quella riscontrata nella stagione 2013
Dal blog di Sergio Ferrari - 10 giugno 2018 - 20:21

La Valle dei Laghi e il Basso Sarca possono servire a rendere l’idea delle difficoltà incontrate finora dai viticoltori nel controllare mediante fitofarmaci consentiti dal protocollo di produzione viticola integrata volontaria (SQNPI) l’infezione di peronospora.

 

Le continue piogge che favoriscono lo sviluppo della più importante crittogama della vite non solo mantengono le piante sempre bagnate, ma impediscono anche l’ingresso nei vigneti con l’atomizzatore per eseguire i trattamenti preventivi o di emergenza.

 

Il tecnico Nicola Caveden,  dipendente della Cantina Sociale Toblino di Sarche, deve tenere conto anche della diversa quantità di pioggia caduta non solo fra le diverse zone ma anche tra gruppi di vigneti della stessa zona.

 

Finora la situazione sanitaria delle viti è sotto controllo.

 

Ma la situazione è precaria e potrebbe riservare sorprese.

 

Tutto sommato, la pressione del fungo, dice Caveden, quest’anno è addirittura maggiore di quella riscontrata nella stagione 2013

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 Agosto
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 agosto - 20:20

Dopo che ieri sera l'assemblea del partito ha democraticamente scelto di non puntare sul governatore uscente come candidato presidente il segretario ha fatto un passo indietro ma dal Pd nazionale è arrivato un imbarazzante diktat: ''Non si cambia linea. Convocate un'altra assemblea alla presenza di un esponente della segreteria nazionale del Pd"

17 agosto - 19:19

La guardia di finanza ha immobilizzato oltre 400 mila euro di beni e conti correnti ad Adriano Peterlini. Gli viene contestato anche che per evitare la confisca dei beni avrebbe simulato la compravendita di un’automobile intestata alla società con una ditta di Verona, il cui socio unico è la moglie

17 agosto - 19:57

L'incidente è successo alle porte di Andalo. Quattro i feriti trasportati al Santa Chiara. Sul posto tre ambulanze e l'elicottero, i pompieri di zona, i carabinieri di Cles e la polizia locale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato