Contenuto sponsorizzato

A dicembre riaprirà il Café de la Paix. Obbligo di chiusura alle 22

La gestione del locale sarà affidata all'associazione di promozione sociale Dulcamara. Cadrobbi: "Puntiamo sulle attività culturali e stiamo già programmando presentazioni di libri, conferenze e dibattiti"

Di gf - 19 novembre 2017 - 06:02

TRENTO. A dicembre riaprirà i battenti il Café del la Paix. La gestione, questa volta, sarà affidata all'associazione di promozione sociale Dulcamara. Un ritorno molto atteso soprattutto tra i giovani e a confermarlo è il presidente dell'Arci, Andrea La Malfa.

Da circa una settimana sono iniziati i lavori di sistemazione dei locali. "Stiamo mettendo tutte le nostre forze - ha spiegato Massimiliano Cadrobbi, responsabile dell'associazione che gestirà il locale  - per finire il prima possibile i lavori e  per accogliere quanto prima le persone soprattutto durante questi mesi invernali. Stiamo decidendo proprio in questi giorni la data di apertura ma sicuramente entro il 15 dicembre".

 

L'intenzione è quella di portare avanti il progetto del Café de la Paix anche se il contratto con Itea, proprietaria degli spazi, prevede una nuova limitazione."Ci preoccupano i problemi che si sono sentiti e visti nel passato - spiega Cadrobbi - ma questa volta nel contratto Itea è prevista tassativamente la chiusura serale alle 22. Per noi questa è una scommessa e l'aver accettato questa limitazione spero ci possa anche tutelare in qualche modo".

Nel futuro del nuovo Café de la Paix la ristorazione sarà ridotta al minimo. L'entrata sarà riservata, come in passato, ai tesserati Arci e all'interno dei locali continuerà ad esserci un bar. "Il nostro obiettivo è quello di puntare sulla cultura - spiega Massimiliano Cadrobbi - e stiamo già programmando diversi eventi, presentazioni di libri, esposizioni artistiche, dibattiti e conferenze. Una parte del piano superiore, inoltre, stiamo anche pensando di adibirla a sala polifunzionale". 

 

Spazio poi alle associazioni. L'orario di apertura inizialmente sarà alle 15 e di chiusura, come detto, le 22. "Cercheremo di limitare le attività - spiegano i gestori - nel pomeriggio e nella prima parte della serata. Ci impegneremo ma se anche in questo modo dovessero uscire dei problemi, significa purtroppo che anche a Trento la cultura non trova cittadinanza". 

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 luglio 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 luglio - 06:01

Ma oltre a questa proposta su cui Forza Italia "non farà le barricate", emergono spaccature profonde nei partiti e nella coalizione. Il nome di Fugatti è in bilico e rischia di impedire l'allargamento a Gios e Borga. Si riparte da capo, nulla è deciso

18 luglio - 19:03

Contro il gruppetto di cui fa parte don Graziola si sono svolte due manifestazioni. Anche don Nicolli prende le distanze da questi fedeli: "Quando li vedo li evito, non si prega 'contro ma 'per' qualcuno". Il portavoce degli antiabortisti: "La verità è scritta nel Catechismo della Chiesa Cattolica" 

18 luglio - 19:50

''Trentini e Trentoni'' ha fatto un collage con i volti di Zanella, Merighi, Borgonovo Re, Manica e del ''fantacandidato'' sul manifesto del cartone Disney mentre lui alterna post di politica a citazioni del Cervantes e si moltiplicano i consensi tra petizioni popolari e raccolte firme

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato