Contenuto sponsorizzato

Al mercatino di Natale protagonista l'enogastronomia: dal dolce al salato visitatori stregati

Happy Days in piazza Fiera offre tantissimi piatti della cucina tipica trentina mentre in piazza Cesare Battisti l'immancabili Fata Flora con tantissimi dolci 

Pubblicato il - 16 dicembre 2017 - 20:31

TRENTO. Canederli, polenta, crauti, fagioli ma anche risotto ai funghi, tortel di patate, panini con la lucanica per non parlare del brulè e tantissimo altro. L'enogastronomia del Mercatino di Natale anche quest'anno è la protagonista assoluta.

 

Per accorgersene basta passeggiare tra le casette anche durante la settimana per trovare turisti che non si fanno mancare una fermata tra le casette enogastronomiche.

 

“La maggior parte delle persone arrivano dall'Italia ma non mancano gli inglesi e gli spagnoli” ci dice Enrico Betti della casetta Happy Days che si trova in piazza Fiera. Un'attività a gestione famigliare, quella di Betti, con sede a Pergine Valsugana.

“Siamo al mercatino per la prima volta – spiega – e vogliamo far assaporare ai visitatori la cucina tipica trentina. Siamo molto orgogliosi anche perché sono in molti quelli che apprezzano i nostri piatti”. Alla casetta Happy Days si possono assaporare ogni giorno un risotto diverso ma anche strangolapreti, canederli, goulash, carne salada e tortel di patate. Piatti fumanti fatti al momento e che i turisti sembrano apprezzare molto.

Le specialità che si possono trovare in piazza Fiera sono tante e per tutti i palati. Tra queste c'è l'azienda di Alessio Mittempergher che offre le proprie prelibatezze su piatti di pane tutti da gustare. “Tutti i prodotti che offriamo – sono a chilometri zero”. C'è la goulash suppe, l'hamburger di carne trentina, i crauti e i würstel bianchi fino ad arrivare al tipico tortel di patate. “Abbiamo anche una specialità – ci spiega Giulio Moratelli – e cioè i fagioli alla Bud Spencer. Sono da provare”.

 

Per quanto riguarda il vin brulè non mancano i Frati Embriaghi sempre in piazza Fiera ma per chi invece cerca qualcosa di analcolico può provare i vari succhi di mela e altra frutta offerti dalle casette.

 

Per gli amanti dei dolci, invece, tappa obbligatoria in piazza Cesare Battisti dove ad andare letteralmente a ruba sono le frittelle di mele realizzate la momento da Fata Flora. “In tantissimi – ci spiegano le titolari della casetta – sono tornati a trovarci dall'anno scorso. La qualità e la passione ripagano sempre e siamo felici che quello che offriamo sia apprezzato”.

Oltre alle frittelle ci sono gli strauben, il kaiserschmarren, la treccia mochena, lo strudel ma anche la torta sacher e altre specialità dolciarie appena fatte. Il tutto con l'aggiunta di salsa ai mirtilli o cioccolata.

Sempre dalla Fata Flora ci sono poi le “Coccole scaldacuore” a partire dalla cioccolata calda al brulè di mele “Adamo e Eva”.

 

Oggi, intanto, vista la coincidenza dell'ultima domenica prima di Natale con la giornata della Vigilia, si terrà la Festa d'oro.

 

Per le vie del centro ci serà il mercato a parte dalle ore 7 alle ore 19. Saranno occupate piazza Duomo, via Belenzani, via Manci (nel tratto tra via Oss Mazzurana e via Belenzani), via Roma, lato nord, dall’incrocio con via Belenzani a via Pozzo, via Orfane, lato ovest, via Cavour, lato est, piazza S. M. Maggiore, compresa tra via Cavour e via Orsoline.

 

Anche in questa occasione vengono aperti alcuni dei parcheggi supplementari, gestiti da scuole, gruppi o associazioni, messi a disposizione in occasione delle festività natalizie. In piazzale Sanseverino, invece, continua ad essere presente il tradizionale parco divertimenti di Santa Lucia

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.17 del 16 Giugno
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 giugno - 18:41

Lo ha deciso la Corte d'Appello della Corte dei Conti che per la prima volta riconosce il danno erariale causato dall'abbattimento di migliaia di animali. L'ex presidente della Provincia e il suo dirigente sono finiti nei guai per un centinaio di decreti che consentivano ai cacciatori di sparare. La Lav: "Speriamo che la Provincia di Trento e Bolzano ora non compiano lo stesso errore con lupi e orsi"

18 giugno - 12:32

Trovati all'interno dell'abitacolo di un camion 10 panetti di droga per un totale di 11 chili dal valore approssimativo di 800 mila euro al dettaglio. L'autista, di origini campane, fermato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio con l'aggravante della transnazionalità

18 giugno - 12:45

Tre amici stavano affrontando la via normale sulla Grande delle Tre Cime quando hanno perso l'orientamento. Accortisi dello sbaglio hanno provato a scendere ma l'appiglio si è staccato e un uomo è precipitato per oltre 100 metri nel vuoto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato