Contenuto sponsorizzato

Ordigni incendiari sotto l'auto della polizia, il comandante Giacomoni: "Sicuri di essere sulla strada di chi lavora correttamente"

Domenica scorsa nove ordigni incendiari sono stati trovati sotto altrettante auto della locale. Proseguono le indagini dei Carabinieri 

Di gf - 06 dicembre 2017 - 09:34

TRENTO. “E' stato un segnale forte e che ha colpito tutti noi ma siamo sicuri di essere sulla strada di chi lavora correttamente nell'ambito delle proprie competenze”. Il comandante della polizia locale Lino Giacomoni non cede ad alcun genere di timore dopo i gravi fatti di domenica. Nove ordigni incendiari sono stati trovati sotto altrettante automobili della locale che erano parcheggiate nella rimessa dell'officina comunale che si trova sul retro della sede del Corpo di via Maccani.

 

 

Al momento da parte degli inquirenti la pista seguita è quella anarchica e dalle analisi fatte in questi giorni si è appurato che non si trattava di alcun gesto dimostrativo ma di un attentato fallito. Le micce degli ordigni, infatti, erano state accese e si sono poi spente.

 

“Le indagini – ha spiegato il comandante Giacomoni – stanno proseguendo e ringrazio l'arma dei Carabinieri che è intervenuta con tutte le sue componenti. Confidiamo nei risultati”. Un atto, quello di domenica, che non andrà ad influire sull'iperattività del corpo per la sicurezza dei cittadini. “Noi continuiamo a lavorare serenamente perché siamo un organo di polizia che ogni giorno è schierato nei presidi della città volti a garantire l'afflusso e a garantire la gestione delle attività economiche e fieristiche”. 

 

 

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 luglio 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 luglio - 06:01

Giuliano Muzio, di ritorno dalle vacanze, cerca di disinnescare la proposta alternativa a Rossi tacciando di 'populismo' e 'movimentismo' l'ex direttore de L'Adige. Parole che irritano Civico e Robol. Intanto monta il fermento attorno a Ghezzi: molti i sostenitori che sottoscrivono un appello 

22 luglio - 13:52

Sono state colpite principalmente le sedi di Avis e Lega Pasi Battisti. L'allarme è scattato questa mattina attorno alle 9.30. Sul posto si sono portati i vigili del fuoco permanenti. L'acqua sarebbe partita dal terzo piano dove dei privati  stavano effettuando dei lavori idraulici

22 luglio - 12:47

L'incidente è avvenuto in tarda mattina e sul posto è intervenuto il soccorso alpino. L'uomo sarebbe originario di Tuenno

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato