Contenuto sponsorizzato

Chiese aiuto alla vicina e poi l'accoltellò, pena ridotta per Cristiano Dogariu

Il 49enne prese un coltello e colpì la donna più volte. Ieri la sentenza definitiva 

Pubblicato il - 11 gennaio 2018 - 09:32

TRENTO. Ha patteggiato 5 anni e sei mesi Cristiano Dogariu, il 49enne che è finito in carcere a seguito del tentato omicidio della vicina di casa. In primo grado era stato condannato a 6 anni e otto mesi mentre in secondo grado, a seguito del concordato, l'uomo ha ottenuto uno sconto di 14 mesi.

 

La vicenda risale al settembre 2016 e il tutto è avvenuto in via Bepi Mor. Secondo le testimonianze raccolte dopo i fatti, il 49enne si trovava nel proprio appartamento quando ha chiesto un aiuto alla vicina per l'attivazione di una schedina internet. La donna si rese subito disponibile a dare una mano. Dopo essersi seduta davanti al pc, però, l'uomo si allontanò, prese un coltello dalla cucina e colpì due volte la ragazza sulla schiena. Un terzo colpo fu inferto sulla spalla della donna che però riusci a strappare di mano il coltello all'uomo e a chiedere aiuto.

 

L'uomo fu immediatamente arrestato e portato in carcere. Ieri la sentenza definitiva.   

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 gennaio 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Guarda le edizioni precedenti
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 gennaio - 11:02

La malga Albi di Garniga era stata ristrutturata nel 2007. Sul posto i Corpi dei Vigili del fuoco volontari di Garniga, Romagnano, Ravina, Mattarello e Aldeno oltre ai Permanenti di Trento

17 gennaio - 06:01

E' partito il primo gennaio e la Pat lo ha definito "una svolta per le politiche sociali per il contrasto alla povertà". Ma non a tutti è andata bene. Giusppe Adinolfi ci racconta la sua storia: "Abbiamo fatto i conti e mi spettano 744 euro all'anno. Con il Progettone riprenderei a lavorare ad aprile. Come faccio?"

17 gennaio - 10:18

L'azienda era nata negli anni Trenta e la famiglia si era trasferita dalla Sicilia. Ora si passa alla terza generazione, alla guida della Distilleria Alpina andrà il figlio

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato