Contenuto sponsorizzato

Chiese aiuto alla vicina e poi l'accoltellò, pena ridotta per Cristiano Dogariu

Il 49enne prese un coltello e colpì la donna più volte. Ieri la sentenza definitiva 

Pubblicato il - 11 gennaio 2018 - 09:32

TRENTO. Ha patteggiato 5 anni e sei mesi Cristiano Dogariu, il 49enne che è finito in carcere a seguito del tentato omicidio della vicina di casa. In primo grado era stato condannato a 6 anni e otto mesi mentre in secondo grado, a seguito del concordato, l'uomo ha ottenuto uno sconto di 14 mesi.

 

La vicenda risale al settembre 2016 e il tutto è avvenuto in via Bepi Mor. Secondo le testimonianze raccolte dopo i fatti, il 49enne si trovava nel proprio appartamento quando ha chiesto un aiuto alla vicina per l'attivazione di una schedina internet. La donna si rese subito disponibile a dare una mano. Dopo essersi seduta davanti al pc, però, l'uomo si allontanò, prese un coltello dalla cucina e colpì due volte la ragazza sulla schiena. Un terzo colpo fu inferto sulla spalla della donna che però riusci a strappare di mano il coltello all'uomo e a chiedere aiuto.

 

L'uomo fu immediatamente arrestato e portato in carcere. Ieri la sentenza definitiva.   

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.17 del 16 Giugno
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 giugno - 18:41

Lo ha deciso la Corte d'Appello della Corte dei Conti che per la prima volta riconosce il danno erariale causato dall'abbattimento di migliaia di animali. L'ex presidente della Provincia e il suo dirigente sono finiti nei guai per un centinaio di decreti che consentivano ai cacciatori di sparare. La Lav: "Speriamo che la Provincia di Trento e Bolzano ora non compiano lo stesso errore con lupi e orsi"

18 giugno - 12:32

Trovati all'interno dell'abitacolo di un camion 10 panetti di droga per un totale di 11 chili dal valore approssimativo di 800 mila euro al dettaglio. L'autista, di origini campane, fermato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio con l'aggravante della transnazionalità

18 giugno - 12:45

Tre amici stavano affrontando la via normale sulla Grande delle Tre Cime quando hanno perso l'orientamento. Accortisi dello sbaglio hanno provato a scendere ma l'appiglio si è staccato e un uomo è precipitato per oltre 100 metri nel vuoto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato