Contenuto sponsorizzato

Controlli in Piazza Dante, sequestri di marijuana e hashish. Beccati due irregolari e una persona che deteneva stupefacenti

L'operazione di controllo, con unità cinofile, si è svolta ieri intorno alle 13.30. Sono anche stati controllati 3 esercizi pubblici, 5 veicoli e 40 persone

Pubblicato il - 09 agosto 2018 - 13:41

TRENTO. Hanno sequestrato 70 grammi di marijuana e 25 grammi di hashish in vari punti dei giardini antistanti alla stazione ferroviaria di Trento. La polizia e la guardia di finanza ieri, intorno alle 13.30, hanno eseguito una serie di controlli in Piazza Dante finalizzati al monitoraggio dei luoghi di possibile aggregazione per soggetti che la questura definisce a rischio di radicalizzazione.

 

Assistiti anche dalle unità cinofile gli agenti hanno condotto una serrata attività di controllo a persone, veicoli e luoghi pubblici. E così, davanti alla stazione, sono arrivati al sequestro a carico di ignoti di circa 70 grammi di marijuana e 25 di hashish. Sono stati, inoltre, controllati tre esercizi pubblici, 5 veicoli e 40 persone, in gran parte extracomunitari.

 

Un cittadino albanese e uno tunisino sono stati denunciati in stato di libertà in quanto irregolari sul territorio nazionale: a loro carico è stato adottato decreto di espulsione con contestuale ordine di allontanamento del questore, mentre un altro è stato segnalato all'autorità amministrativa per la detenzione di sostanze stupefacenti.

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 agosto 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 agosto - 18:43

L'Amministrazione, in risposta ad una nota della consigliera circoscrizionale Martina Loss, ha spiegato che si stanno portando a termine alcuni lavori di miglioria per rendere il canile più sicuro e accogliente   

15 agosto - 14:34

Come ogni anno si sono svolte le celebrazioni del ricordo di quel giorno del 1944 quando i nazisti ammazzarono 17 persone tra civili e partigiani. Alessandro Olivi: "Già allora la divisione era tra sovranismo e autonomia, tra pluralismo e omologazione"

15 agosto - 15:43

L'allarme era stato lanciato ieri sera dopo che l'uomo non aveva più fatto rientro al campeggio. Le ricerche hanno visto impegnati i vigili del fuoco di Riva del Garda, la Polizia e il Soccorso alpino 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato