Contenuto sponsorizzato

Dieci studenti dell'Università di Trento bloccati al Bivacco Vigolana. In azione il Soccorso Alpino con l'elicottero

La forte presenza di ghiaccio e neve sul posto li ha portati a chiedere aiuto, poiché non tutti disponevano di attrezzatura adeguata. Questa mattina, alle 6.30, 7 tecnici del Soccorso Alpino sono stati elitrasportati sul posto per accompagnare a valle i ragazzi a piedi

Pubblicato il - 29 aprile 2018 - 09:46

TRENTO. Dieci studenti dell'Università di Trento, ragazzi e ragazze dai 25 ai 30 anni, sono stati recuperati all'alba al Bivacco Vigolana.  Erano saliti al bivacco nel pomeriggio di ieri, sabato 28 aprile, per trascorrervi la notte. La forte presenza di ghiaccio e neve sul posto li ha portati a chiedere aiuto, poiché non tutti disponevano di attrezzatura adeguata.

 

La chiamata al Numero Unico di Emergenza è arrivata intorno alle 20.45. Visto il sopraggiungere del buio, il Coordinatore dell’Area operativa Trentino centrale del Soccorso Alpino, in accordo con le squadre di competenza e il nucleo elicotteri, ha organizzato le operazioni di soccorso per questa mattina alle prime luci dell’alba, dopo essersi assicurato che i ragazzi potessero trascorrere la notte nel bivacco.

Questa mattina, alle 6.30, 7 tecnici del Soccorso Alpino sono stati elitrasportati sul posto per accompagnare a valle i ragazzi a piedi. Le operazioni sono ancora in fase di svolgimento.

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 luglio 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 luglio - 19:40

Andrea Franzoi, padre della piccola Elena, ha voluto ringraziare la moglie che ha gestito alla grande l'intera situazione ma anche gli operatori 112/118 e i soccorritori per la velocità, la gentilezza e la professionalità 

21 luglio - 06:01

Lo chiede il circolo di Levico al segretario Muzio. L'intenzione è quella di uscire dall'impasse dei nomi partendo prima da un programma condiviso. Un documento consegnato al segretario in vista dell'assemblea di lunedì

21 luglio - 19:02

Un tifoso veneto è stato colpito alla testa da una bottiglia. Sul posto polizia e carabinieri, ma anche la Digos per sentire le testimonianze e visionare le immagini. Allerta massima per evitare un nuovo contatto terminata la partita amichevole

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato