Contenuto sponsorizzato

Espulso dall'Italia cerca di rientrare illegalmente. Fermato al Brennero un 39enne

L'uomo nel fine settimana  si trovava sul treno che da Monaco di Baviera era diretto a Verona. Era stato espulso nel febbraio del 2015 

Pubblicato il - 13 febbraio 2018 - 09:52

BOLZANO. Era stato espulso all'inizio del 2015 ma nell'ultimo fine settimana aveva fatto rientro illegale in Italia. Un cittadino nigeriano di 39 anni è stato arrestato nella zona di frontiera, dagli agenti del commissariato di polizia del Brennero.

 

L’uomo viaggiava a bordo del treno EC 89 proveniente da Monaco di Baviera e diretto a Verona, sprovvisto di qualunque documento d’identità. Dopo un primo controllo è stato accompagnato presso il Commissariato per ulteriori accertamenti.

 

A seguito dei rilievi foto dattiloscopici, è emerso che al cittadino straniero era stato notificato nel febbraio 2015 un decreto di espulsione con il contestuale ordine del questore di Bolzano di lasciare il territorio nazionale.

 

Il nigeriano aveva effettivamente abbandonato l’Italia, per poi recarsi in Germania, dove aveva presentato domanda di protezione internazionale, ma provando a rientrare illegalmente in territorio italiano, prima dello scadere del termine dei 5 anni previsto dal decreto di espulsione e senza alcuna autorizzazione del Ministro dell’Interno, lo stesso è stato tratto in arresto e condotto presso la Casa Circondariale di Bolzano a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

 

A seguito della convalida dell’arresto, il giudice ha disposto nuovamente l’espulsione del 39enne che è stato poi accompagnato presso un Centro di Identificazione ed Espulsione.

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 agosto 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 agosto - 06:01

Una tecnologia sviluppata da NeveXN al Polo Meccatronica all'Università di Trento e Demaclenko, azienda produttrice di impianti di innevamento che fa capo al gruppo Leitner. Umberto Capitani: "Dobbiamo essere orgogliosi perché questa tecnologia è tutta Made in Italy tra Lombardia, Trentino e Alto Adige"

19 agosto - 10:55

Ieri sembrava che le fiamme fossero state domate completamente ma alcuni focolai hanno ricominciato a bruciare. Nei giorni scorsi il fuoco si era esteso fino a 40 ettari di bosco ma ora la zona colpita sembra molto più vasta

18 agosto - 20:28

Dopo il duro attacco sui social di una camperista contro l'amministrazione comunale di Andalo in Paganella, abbiamo chiesto alla polizia della Valle di Fassa cosa prevede il codice della strada

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato