Contenuto sponsorizzato

In salvo i due alpinisti trentini bloccati nella bufera sull'Himalaya

I due sono partiti il 6 di maggio e il rientro in Italia è previsto per il 22 maggio.Questa mattina il rientro al campo base

Foto @ agenzia Kalifa
Pubblicato il - 16 maggio 2018 - 08:41

TRENTO. Sono rientrati questa mattina  al campo base Adriano Bonmassar e Romano Sebastiani, i due alpinisti trentini che da ieri erano bloccati nella bufera sullo Shisha Pangma, la quattordicesima montagna più alta della Terra con i suoi 8.027 metri situata in Tibet all'interno della catena dell'Himalaya.

 

La  disavventura dei due trentini era stata diffusa ieri dall'agenzia giornalistica ungherese Kalifa che sta seguendo l'alpinista Klein David. I due erano partiti il 6 aprile scorso e il loro rientro in Italia è previsto per il 22 maggio.

 

Al campo base, secondo le informazioni diffuse, era  invece già rientrato un terzo alpinista Sebastiano Valentini. Nella zona le condizioni sono critiche per la grande quantità di neve che è caduta negli ultimi giorni. I due alpinisti trentini, molto esperti, erano attesi al capo base ieri, come spiegava l’agenzia Kalifa, ma sono rimasti bloccati dal maltempo che ha interrotto tutti i tentativi di vetta che erano al momento in corso.

 

Quest'oggi sarebbero dovute partire le operazioni di soccorso ma i due sono riusciti a raggiungere in autonomia il campo base.

 

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 agosto 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 agosto - 06:01

Una tecnologia sviluppata da NeveXN al Polo Meccatronica all'Università di Trento e Demaclenko, azienda produttrice di impianti di innevamento che fa capo al gruppo Leitner. Umberto Capitani: "Dobbiamo essere orgogliosi perché questa tecnologia è tutta Made in Italy tra Lombardia, Trentino e Alto Adige"

19 agosto - 10:55

Ieri sembrava che le fiamme fossero state domate completamente ma alcuni focolai hanno ricominciato a bruciare. Nei giorni scorsi il fuoco si era esteso fino a 40 ettari di bosco ma ora la zona colpita sembra molto più vasta

18 agosto - 20:28

Dopo il duro attacco sui social di una camperista contro l'amministrazione comunale di Andalo in Paganella, abbiamo chiesto alla polizia della Valle di Fassa cosa prevede il codice della strada

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato