Contenuto sponsorizzato

In Trentino tra i valori più bassi in Italia di abbandono scolastico. Save The Children: ''Però un minore su tre non legge''

Dallo studio condotto dall'associazione si evince che Trento si distingue positivamente anche per ciò che concerne le attività educative e culturali delle quali i bambini hanno la possibilità di fruire

Foto: Save The Children
Pubblicato il - 17 maggio 2018 - 23:25

TRENTO. Alcuni bambini, pur vivendo in contesti di grave disagio, sfuggono a tutte queste previsioni e, nuotando contro corrente, raggiungono successi nell’apprendimento paragonabili a quelli dei loro coetanei delle famiglie più benestanti.

 

A distinguersi positivamente tra le regioni italiane c'è anche il Trentino Alto Adige dove il 38% dei minori di 15 anni in condizioni socio-economiche e culturali svantaggiate si dimostra resiliente e nonostante le condizioni di svantaggio iniziali riesce a raggiungere le competenze minime sia in matematica che in lettura, incidenza superata solo in Lombardia, Veneto e Piemonte e significativamente più alta rispetto a quella nazionale del 20%. Oltre a questo, se a livello nazionale il 14% dei ragazzi abbandonano gli studi precocemente,  a Trento tale percentuale è ben più bassa e non supera il 7,9%, mentre a Bolzano supera di poco l'11%.

 

Ad affermarlo è Save The Children, rilanciando la campagna 'Illuminiamo il futuro'. Secondo il rapporto dell'Organizzazione internazionale che dal 1919 lotta per salvare la vita dei bambini e garantire loro un futuro, il tasso di abbandono scolastico nella regione, dell'11,1% a Bolzano e del 7,9% a Trento, risulta inferiore rispetto alla media nazionale (13,8%). Quello di Trento è tra i meno elevati d'Italia (solo Umbria e Veneto registrano un tasso inferiore).

 

Sempre dal report, si evince che Trento si distingue positivamente anche per ciò che concerne le attività educative e culturali delle quali i bambini hanno la possibilità di fruire, nonostante sia ancora alto il numero di coloro che non possono accedervi in modo adeguato: in un anno 2 su 5 (25,5%) non hanno visitato musei o mostre, meno della metà (48,9%) non ha visitato un sito archeologico e circa un terzo non ha letto alcun libro (32,6%).
 

Circa 4 bambini su 10, invece, non praticano sport (a Bolzano il 39,4% e a Trento il 41%), 1 su 4 non usa internet (a Bolzano il 24,4% e a Trento il 26,1%), e la maggior parte non ha accesso ad asili nido o ad altri servizi per l'infanzia (l'86,6% a Bolzano e il 75,6% a Trento). A Trento, sempre secondo il rapporto di Save the Children,  quasi 1 minore su 3 non legge libri. Inoltre, sia a Trento che Bolzano, quasi la metà dei minori non va a teatro. Infine, a Trento il 75% dei minori non assiste a concerti, percentuale che si abbassa al 57% a Bolzano, a fronte di una media nazionale del 77%.

 

Qui è possibile trovare il rapporto intero realizzato da Save The Children

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 luglio 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 luglio - 06:01

Giuliano Muzio, di ritorno dalle vacanze, cerca di disinnescare la proposta alternativa a Rossi tacciando di 'populismo' e 'movimentismo' l'ex direttore de L'Adige. Parole che irritano Civico e Robol. Intanto monta il fermento attorno a Ghezzi: molti i sostenitori che sottoscrivono un appello 

21 luglio - 19:40

Andrea Franzoi, padre della piccola Elena, ha voluto ringraziare la moglie che ha gestito alla grande l'intera situazione ma anche gli operatori 112/118 e i soccorritori per la velocità, la gentilezza e la professionalità 

21 luglio - 06:01

Lo chiede il circolo di Levico al segretario Muzio. L'intenzione è quella di uscire dall'impasse dei nomi partendo prima da un programma condiviso. Un documento consegnato al segretario in vista dell'assemblea di lunedì

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato