Contenuto sponsorizzato

Spaccia a sedici anni, fermato dai carabinieri e riaccompagnato a casa dai genitori

Il giovane è stato adocchiato dai carabinieri mentre passeggiava a piedi il centro cittadino di Borgo. Fermato e perquisito dai militari, che gli hanno trovato addosso oltre 40 grammi di hashish

Pubblicato il - 14 aprile 2018 - 11:04

BORGO. Nei guai un minore, un giovane spacciatore già noto alle forze dell'ordine, trovato in possesso di oltre 40 grammi di hashish. Il sedicenne, che era già stato notato per comportamenti sospetti, era riuscito a farla franca durante un controllo, mentre nella giornata di ieri è stato 'pizzicato' e fermato dai carabinieri.

 

Il giovane è stato adocchiato dai carabinieri mentre passeggiava a piedi il centro cittadino di Borgo. A quel punto i militari hanno deciso di controllare il sedicenne: la perquisizione personale ha portato al rinvenimento di oltre 40 grammi di hashish in tasca, mentre quella domiciliare si è rivelata negativa.

 

Il giovane è stato quindi accompagnato in caserma e dopo la compilazione degli atti è stato rilasciato e accompagnato a casa dai genitori.

 

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 aprile 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Guarda le edizioni precedenti
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 aprile - 06:01

Sono stati citati a giudizio il Consorzio di miglioramento fondiario di Darzo e Lodrone assieme al presidente Narcino Marini. I sindaco di Storo, Luca Turinelli: "Difficile capire dove il Consorzio troverà i soldi se arrivasse una condanna"

22 aprile - 17:52

A lui, tenente che combatté a fianco di Damiano Chiesa, sarà dedicata una mostra curata da Epifanio Delmaschio e dalla nipote Lavinia Pasquali. Dal 9 al 13 maggio a Rovereto in piazza del Suffragio. La figlia Isabella de Lindegg: "Ha fatto tanto per la sua terra"

22 aprile - 15:54

Il racconto della giornata: proteste fin dalla mattina, qualche tensione e sei attivisti che si arrampicano sugli ippocastani per impedire che vengano abbattuti. Le opposizioni: "Arroganza". Ma il primo cittadino: "Non si arretra di un millimetro"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato