Contenuto sponsorizzato
Aggressione nella notte in piazza Dante. Un 36enne in ospedale

La lite è scoppiata attorno a mezzanotte. Dalle parole si sarebbe passati ai fatti. L'uomo ferito ha chiesto aiuto alla Polizia ferroviaria 

Di Redazione - 17 maggio 2017 - 15:41

TRENTO. E' ancora una volta piazza Dante purtroppo il luogo di liti e aggressioni a Trento.

 

Il fatto, questa volta, è avvenuto attorno a mezzanotte. Due uomini, presumibilmente stranieri secondo le prime informazioni raccolte dalle forze dell'ordine, si sarebbero messi a litigare sul listone della piazza.

 

Tra i due, non completamente sobri, la lite è passata immediatamente dalle parole ai fatti con pugni e calci.

 

Un uomo, ferito, si è diretto verso la stazione dei treni per chiedere aiuto. Ad intervenire immediatamente è stata la polizia ferroviaria che ha subito chiesto l'intervento del 118.

 

Non si è al momento a conoscenza delle motivazioni che hanno fatto scattare l'aggressione. Il giovane, un 36enne straniero, è stato trasportato all'ospedale Santa Chiara con un trauma facciale.

 

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.12 del 17 Novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Guarda le edizioni precedenti
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 novembre - 19:14

Questa la decisione del gip Forlenza che oggi ha concluso l'udienza preliminare. Il processo inizierà il 12 aprile del prossimo anno. Da Itas richieste di risarcimento milionarie

17 novembre - 13:05

Entrano fin davanti alla porta dell'assessora all'Università e appiccicano un cartello con le richieste. Sara Ferrari: "Abbiamo stanziato e confermato anche per i prossimi anni un milione di euro ma io mi confronto con i rappresentanti eletti"

17 novembre - 06:47

Il Consorzio nazionale apicoltori imputa il crollo generalizzato al clima e ai pesticidi. Facchinelli: "Nel nostro caso i contadini non c'entrano. Il problema sono state le gelate e le grandinate. Il miele d'acacia è scomparso al 100%. Per fare apicoltura in Trentino bisogna spostarsi di prato in prato e dobbiamo essere aiutati"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato