Contenuto sponsorizzato

Aprirà in estate la terrazza a gradini sospesa nel vuoto. Sarà il punto panoramico migliore della città

La nuova struttura è stata costruita alla "Busa degli orsi" di Sardagna. Ci sarà anche una gabbia sospesa

Pubblicato il - 19 maggio 2017 - 16:29

TRENTO. Aprirà per l'estate “La busa degli orsi”, la grande terrazza a gradini sospesa nel vuoto che potrà diventare uno dei punti panoramici migliori della città. Il progetto è dall'architetto comunale Franco Voltolini.

 

La struttura, costruita in acciaio corten, che si ossida nel tempo fino ad assumere un caratteristico color ruggine, non sarà solo un eccezionale punto d'osservazione sulla città, ma anche un luogo ideale per concerti, film, spettacoli e, nella parte sottostante il palco, anche per eventi espositivi.

 

Di particolare suggestione, nella parte più in basso, la gabbia sospesa, che riproduce il vecchio “alloggio” degli orsi: con i suoi 150-200 metri di salto nel vuoto, è sconsigliata però a chi soffre di vertigini.

 

La struttura è praticamente ultimata, restano da montare le sedute in legno (ottanta i posti), l'illuminazione e la rampa che permetterà anche ai disabili di raggiungere il punto panoramico. L'apertura al pubblico è prevista entro l'estate.

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 maggio 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 13:25

Nella delibera di una settimana fa che stanziava 4 milioni di euro per "Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione" venivano assegnati 10 punti in più se a fare domanda erano migranti e richiedenti asilo. Le opposizioni e le destre erano già, giustamente, sul piede di guerra. Ma la frase è discriminatoria. Rossi: "Abbiamo corretto l'errore" 

25 maggio - 15:27

L'azione dei carabinieri di Primiero San Martino, intervenuti dopo le segnalazioni di diversi residenti fino a cento metri di distanza dalla stalla in questione. Nei guai un allevatore agricolo della zona

25 maggio - 13:31

Le indagini, coordinate da Pasquale Profiti della procura di Trento, ha emesso il provvedimento di custodia cautelare in carcere nei confronti di Stefano Ramunni, che si trova ora al carcere di Genova Marassi. Operazione condotta dai carabinieri di Canal San Bovo

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato