Contenuto sponsorizzato
Giornata da bollino nero sull'A22, forti rallentamenti su tutto il tratto e un tamponamento che causa 6 km di coda

Il flusso veicolare tra Rovereto Sud e Ala/Avio in direzione sud è obbligato a viaggiare su una sola corsia per permettere le operazioni di soccorso e di pulizia del fondo stradale. Si registrano rallentamenti lungo tutto il tratto autostradale, anche nella corsia in direzione nord. 

Pubblicato il - 15 luglio 2017 - 10:49

ROVERETO. Quattro auto coinvolte in un tamponamento avvenuto alle 9.30 sull'A22 tra il casello di Rovereto Sud e Ala in direzione sud. Forti disagi al traffico, già compromesso per la giornata da bollino nero,  per la formazione di una coda di 6 chilometri.

 

Tre le ambulanze intervenute per soccorrere i feriti che sono stati trasportati all'ospedale Santa Maria del Carmine di Rovereto. Sul posto anche le volanti della Polizia stradale

 

Il flusso veicolare è obbligato a viaggiare su una sola corsia per permettere le operazioni di soccorso e di pulizia del fondo stradale. Si registrano rallentamenti lungo tutto il tratto autostradale, anche nella corsia in direzione nord. 

 

 

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.12 del 17 Novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Guarda le edizioni precedenti
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 novembre - 19:14

Questa la decisione del gip Forlenza che oggi ha concluso l'udienza preliminare. Il processo inizierà il 12 aprile del prossimo anno. Da Itas richieste di risarcimento milionarie

17 novembre - 13:05

Entrano fin davanti alla porta dell'assessora all'Università e appiccicano un cartello con le richieste. Sara Ferrari: "Abbiamo stanziato e confermato anche per i prossimi anni un milione di euro ma io mi confronto con i rappresentanti eletti"

17 novembre - 06:47

Il Consorzio nazionale apicoltori imputa il crollo generalizzato al clima e ai pesticidi. Facchinelli: "Nel nostro caso i contadini non c'entrano. Il problema sono state le gelate e le grandinate. Il miele d'acacia è scomparso al 100%. Per fare apicoltura in Trentino bisogna spostarsi di prato in prato e dobbiamo essere aiutati"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato