Contenuto sponsorizzato
I clienti vanno al banco e trovano la polizia locale. Bloccato Bed & Breakfast senza autorizzazione

La struttura di Stenico è stata scoperta dagli agenti della polizia locale delle Giudicarie che ora ha trasferito la pratica anche alla guardia di finanza e all'agenzia delle entrate. I clienti sono risultati in buona fede, gli esercenti no

Di Luca Pianesi - 17 luglio 2017 - 13:37

TIONE. Zaini e borsoni in spalla, documenti in mano, sorrisi e sguardi sereni di chi viene da alcuni giorni di vacanza. Era il momento per il check-out per una famiglia del Centro Italia e per dei turisti stranieri, un gruppo di ciclisti che si apprestava a rimontare in sella, ma al momento di rivolgersi ai gestori del locale, B&B Jolly, si sono trovati davanti gli agenti della polizia locale delle Giudicarie. Cos'era successo? Senza saperlo si trovavano in un Bed & Breakfast privo di autorizzazioni.

 

Siamo a Stenico, nelle Giudicarie Esteriori, e le locali forze dell'ordine hanno smascherato una finta struttura ricettiva. I turisti spaesati, alla vista degli agenti, hanno spiegato che erano ignari di tutto e che avevano trovato i contatti del locale su alcuni dei più noti canali online di prenotazioni e turismo ed effettivamente la struttura, da quel punto di vista, sembrava essere perfettamente in regola. 

 

Chi, probabilmente, era meno in buona fede erano i gestori del Bed & Breakfast perché dagli accertamenti svolti dalla polizia locale pubblicizzavano da tempo l’attività, appunto sprovvista di autorizzazione, su diversi siti internet di prenotazione. Per l’azienda che amministra la struttura oltre ad una sanzione che va da 500 a 3.000 euro è scattato anche il provvedimento di divieto di prosecuzione dell’attività da parte del Sindaco competente per territorio.

 

Dei fatti la polizia locale delle Giudicarie ha informato anche i reparti competenti della guardia di finanza e dell’agenzia delle entrate per le eventuali verifiche di natura fiscale.

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 settembre - 19:10

Nella lettera inviata al cda (che pubblichiamo) con la quale l'ex numero 1 della società ha fatto un passo indietro nessun riferimento alle vicende giudiziarie. Oggi intanto c'è stata l'udienza preliminare. L'accusa di appropriazione indebita a carico di Gnesetti è stata ridotta di 95 mila euro (spostati a Giuliani di Target). Il legale di Grassi: "Ogni scelta è sempre stata condivisa con la società"

21 settembre - 13:41

La proposta del pd Fiano prevede un terzo uninominale e il resto proporzionale. Ma si aprirebbe un caso politico, gli autonomisti potrebbero alzare le barricate, potrebbero determinare il nulla di fatto. Per due seggi in meno all'Svp

21 settembre - 16:02

Lunedì la partita con il Lizzanella è stata sospesa dopo che un giocatore del Romania ha aggredito l'arbitro. 3 a 0 a tavolino e due anni di squalifica per il giocatore. Ma la squadra già l'anno scorso s'era "distinta" nella coppa disciplina aveva collezionato 135,20 punti (la penultima ne aveva 15,35)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato