Contenuto sponsorizzato
Imbrattata la lapide in memoria delle vittime delle Foibe

L'atto vandalico è avvenuto questo pomeriggio. Castaldini (CasaPound) "Quello che dovremmo chiederci è cosa permette a queste persone di intervenire indisturbati sotto gli occhi delle istituzioni inermi e ormai schiave di queste dinamiche"

Pubblicato il - 20 marzo 2017 - 18:50

TRENTO. E' stata imbrattata, questo pomeriggio, con dello spray nero, la lapide in memoria delle vittime delle Foibe, in Largo Pigarelli.

 

Non è la prima volta che accade. La lapide è già stata imbrattata numerose volte, rubata e danneggiata.

 

"Non serve interrogarsi su chi abbia compiuto questo stupido gesto, né sul perché lo abbia fatto, chi agisce con tale ignoranza non ha alle spalle ragionamenti degni di considerazione – scrive Castaldini, responsabile di CasaPound a Trento – quello che dovremmo chiederci è cosa permette a queste persone di intervenire indisturbati sotto gli occhi delle istituzioni inermi e ormai schiave di queste dinamiche, ricordiamo come nello scorso 10 febbraio il comune avesse ceduto ai ricatti dei soliti noti levando la lapide nel terrore fosse danneggiata, ebbene correre spaventati ai ripari non è servito e ancora una volta abbiamo umiliato la memoria di nostri connazionale per il contentino di pochi viziati".

 

"Ancora una volta – conclude Castaldini – interverremo personalmente perché il comune provveda nel più breve tempo possibile alla sistemazione della lapide, cerchiamo di essere esempio per chi non ha abbastanza coraggio per difendere la memoria della propria Nazione".

 

Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 giugno - 19:10

Isidoro Ruocco, gestore del locale smentisce alcune notizie uscite sulla stampa. Su piazza Dante spiegano che "Gli uffici nei palazzi pensano che la situazione possa migliorare con il 'volemose ben' ma ci sono persone che girano con il coltello in tasca”.  Mercoledì si è deciso di organizzare un “aperitivo solidale per presidiare la piazza”

26 giugno - 12:55

Tra gli appuntamenti più tradizionali della kermesse patronale, la disfida rievoca un episodio accaduto nel VI secolo, ripreso in modi e forme diverse fino al IX secolo e ritornato in auge nel 1984. Ecco la storia e alcune curiosità

26 giugno - 17:31

Sul posto si è subito diretto l'elisoccorso con a bordo i medici rianimatori che hanno subito preso in mano la situazione riuscendo a stabilizzare i segni vitali dell'infortunato

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato