Contenuto sponsorizzato

Principio d'incendio in un condominio a Grumo, evacuati dai balconi gli inquilini

Il fumo sarebbe partito dal primo piano e dopo aver attraversato il giroscale ha allertato i residenti degli altri appartamenti che hanno chiamato i soccorsi. Non ci sarebbero feriti

Pubblicato il - 19 aprile 2017 - 21:34

SAN MICHELE. Il fumo è risalito dal basso, probabilmente dal piano terra, e ha allertato gli inquilini dell'abitazione di Grumo in via S. Giovanni Postal che hanno così potuto chiamare i soccorsi tempestivamente evitando danni e conseguenze peggiori. Un principio di incendio si è sviluppato intorno alle 20.45 dal basso verso l'alto, in un condominio. Sul posto sono giunti immediatamente i vigili del fuoco di vari corpi anche perché diverse erano le persone intrappolate nei piani alti del palazzo.

 

Si è reso, quindi, necessario l'intervento delle autoscale e per questo sono arrivati i mezzi di Mezzolombardo e anche quello dei permanenti di Trento. Il fumo in poco tempo ha invaso il giroscale e le famiglie che abitano nei piani superiori, pur spaventate, hanno potuto evacuare i loro appartamenti, grazie all'aiuto dei vigili del fuoco, uscendo dai balconi.

 

 

Da chiarire la dinamica del principio di incendio che ha provocato tutto quel fumo. Sul posto, oltre ai pompieri, sono arrivati i carabinieri e in supporto il 118 per dare soccorso ad eventuali intossicati da fumo o feriti (che fortunatamente non ci sono stati).

 

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 maggio 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 13:25

Nella delibera di una settimana fa che stanziava 4 milioni di euro per "Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione" venivano assegnati 10 punti in più se a fare domanda erano migranti e richiedenti asilo. Le opposizioni e le destre erano già, giustamente, sul piede di guerra. Ma la frase è discriminatoria. Rossi: "Abbiamo corretto l'errore" 

25 maggio - 15:27

L'azione dei carabinieri di Primiero San Martino, intervenuti dopo le segnalazioni di diversi residenti fino a cento metri di distanza dalla stalla in questione. Nei guai un allevatore agricolo della zona

25 maggio - 13:31

Le indagini, coordinate da Pasquale Profiti della procura di Trento, ha emesso il provvedimento di custodia cautelare in carcere nei confronti di Stefano Ramunni, che si trova ora al carcere di Genova Marassi. Operazione condotta dai carabinieri di Canal San Bovo

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato