Contenuto sponsorizzato
Si sente truffato dalla compagnia telefonica, giovane si scaglia contro la vetrina: denunciato

L'autore del danneggiamento al negozio Vodafone di Costo III Novembre è stato incastrato dalle telecamere. I carabinieri lo hanno rintracciato e denunciato

Pubblicato il - 18 maggio 2017 - 12:37

TRENTO. Le indagini sono durate poco, i carabinieri hanno visionato i filmati delle telecamere di sorveglianza e sono riusciti a mettere le mani su uno dei responsabili dei danneggiamenti che hanno colpito il negozio Vodafone di Costo III Novembre.

 

Il fatto è successo nella notte del 15 maggio, e già il giorno successivo i militari hanno messo le mani su un cittadino ucraino 23enne residente in Italia da 15 anni, deferendolo all'Autorità giudiziaria con l'accusa di danneggiamento in concorso con un complice. Complice tuttora ricercato.

 

La centrale operativa di via Barbacovi era stata allertata da un privato cittadino, che ai militari intervenuti aveva dato una sommaria descrizione degli autori dell'episodio, informazioni utili che hanno permesso di individuare in via Marsala uno degli autori del danneggiamento.

 

Il giovane, "in evidente stato psico fisico alterato", affermano i carabinieri,  ha provato a giustificare l'accaduto riferendo che si sarebbe sentito truffato dalla compagnia telefonica. Tanto da tirare un sasso contro la vetrina

 

Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 maggio - 19:31

Bruno Garzetti. “La prima cosa che manca è l'attenzione ed ora con l'arrivo della bella stagione la percentuale di moto per le strade aumenta di molto e con essa, purtroppo, gli incidenti. La stessa cosa, però, la possiamo dire anche per gli sciatori d'inverno”.

27 maggio - 12:11

Walter Alotti: "Va bene premiare la professionalità ma dovrebbe esserci anche una minima attenzione ai conflitti di interesse ed alla trasparenza. Non si è tenuto minimamente conto nemmeno del Piano Anticorruzione della PAT dove particolare attenzione viene dedicata ai 'coniugi' cooptati nell’Amministrazione e nelle sue Partecipate"

27 maggio - 19:06

L'uomo stava scalando sul Catinaccio con un amico quando è caduto finendo per fratturarsi una gamba. I soccorsi trentini si sono dovuti far assistere da un Pellikan 1 di Bolzano perché gli elicotteri erano già tutti impegnati

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato