Contenuto sponsorizzato
Si sente truffato dalla compagnia telefonica, giovane si scaglia contro la vetrina: denunciato

L'autore del danneggiamento al negozio Vodafone di Costo III Novembre è stato incastrato dalle telecamere. I carabinieri lo hanno rintracciato e denunciato

Pubblicato il - 18 maggio 2017 - 12:37

TRENTO. Le indagini sono durate poco, i carabinieri hanno visionato i filmati delle telecamere di sorveglianza e sono riusciti a mettere le mani su uno dei responsabili dei danneggiamenti che hanno colpito il negozio Vodafone di Costo III Novembre.

 

Il fatto è successo nella notte del 15 maggio, e già il giorno successivo i militari hanno messo le mani su un cittadino ucraino 23enne residente in Italia da 15 anni, deferendolo all'Autorità giudiziaria con l'accusa di danneggiamento in concorso con un complice. Complice tuttora ricercato.

 

La centrale operativa di via Barbacovi era stata allertata da un privato cittadino, che ai militari intervenuti aveva dato una sommaria descrizione degli autori dell'episodio, informazioni utili che hanno permesso di individuare in via Marsala uno degli autori del danneggiamento.

 

Il giovane, "in evidente stato psico fisico alterato", affermano i carabinieri,  ha provato a giustificare l'accaduto riferendo che si sarebbe sentito truffato dalla compagnia telefonica. Tanto da tirare un sasso contro la vetrina

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 settembre - 19:10

Nella lettera inviata al cda (che pubblichiamo) con la quale l'ex numero 1 della società ha fatto un passo indietro nessun riferimento alle vicende giudiziarie. Oggi intanto c'è stata l'udienza preliminare. L'accusa di appropriazione indebita a carico di Gnesetti è stata ridotta di 95 mila euro (spostati a Giuliani di Target). Il legale di Grassi: "Ogni scelta è sempre stata condivisa con la società"

21 settembre - 13:41

La proposta del pd Fiano prevede un terzo uninominale e il resto proporzionale. Ma si aprirebbe un caso politico, gli autonomisti potrebbero alzare le barricate, potrebbero determinare il nulla di fatto. Per due seggi in meno all'Svp

21 settembre - 16:02

Lunedì la partita con il Lizzanella è stata sospesa dopo che un giocatore del Romania ha aggredito l'arbitro. 3 a 0 a tavolino e due anni di squalifica per il giocatore. Ma la squadra già l'anno scorso s'era "distinta" nella coppa disciplina aveva collezionato 135,20 punti (la penultima ne aveva 15,35)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato