Contenuto sponsorizzato
Tentata rapina alle poste di Cognola. Entra con casco e mascherina, chiede i soldi ma scappa senza bottino

Una testimone afferma che aveva un'arma che ha cercato di estrarre. Le due impiegate si sono rifugiate nel retro e hanno chiamato la polizia. L'uomo aveva un casco e una mascherina per non farsi riconoscere

Pubblicato il - 19 aprile 2017 - 13:00

TRENTO. Tentata rapina all'ufficio postale di Cognola. Verso mezzogiorno un uomo sarebbe entrato presentandosi con un sacchetto che avrebbe chiesto all'impiegata di riempire di soldi. La richiesta è stata fatta attraverso un biglietto infilato sotto al vetro divisorio in cui era scritto "non voglio fare male a nessuno consegnami quello che hai".

 

All'interno nessun altro cliente ma solo due addette al servizio postale. La donna a cui l'uomo si è rivolto non ha capito subito la situazione ma è stata prontamente avvertita dalla collega che l'ha fatta allontanare. Le due si sono rifugiate nel retro annunciando all'uomo l'intenzione di chiamare la polizia.

 

Il rapinatore indossava un caso, una mascherina e dei guanti per non farsi riconoscere. Una delle testimoni afferma che l'uomo avrebbe cercato di estrarre un'arma dalla tasca e avrebbe cercato di camuffare il suo accento facendolo sembrare straniero.

 

Vista la situazione, l'uomo non è riuscito a portare a termine la rapina ma si è allontanato senza la refurtiva. Polizia e Carabinieri stanno setacciando la zona per poterlo individuare e arrestare.

 

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 settembre - 19:10

Nella lettera inviata al cda (che pubblichiamo) con la quale l'ex numero 1 della società ha fatto un passo indietro nessun riferimento alle vicende giudiziarie. Oggi intanto c'è stata l'udienza preliminare. L'accusa di appropriazione indebita a carico di Gnesetti è stata ridotta di 95 mila euro (spostati a Giuliani di Target). Il legale di Grassi: "Ogni scelta è sempre stata condivisa con la società"

21 settembre - 13:41

La proposta del pd Fiano prevede un terzo uninominale e il resto proporzionale. Ma si aprirebbe un caso politico, gli autonomisti potrebbero alzare le barricate, potrebbero determinare il nulla di fatto. Per due seggi in meno all'Svp

21 settembre - 16:02

Lunedì la partita con il Lizzanella è stata sospesa dopo che un giocatore del Romania ha aggredito l'arbitro. 3 a 0 a tavolino e due anni di squalifica per il giocatore. Ma la squadra già l'anno scorso s'era "distinta" nella coppa disciplina aveva collezionato 135,20 punti (la penultima ne aveva 15,35)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato