Contenuto sponsorizzato

Valigie, aspirapolvere e sacchi di plastica. Tre sanzioni per abbandono rifiuti a Trento. Ecco le foto

I cittadini sono stati individuati dalle telecamere

Pubblicato il - 12 ottobre 2017 - 09:40

TRENTO. Abbandonavano un aspirapolvere, valigie e sacchi di plastica. Sono tre i diversi episodi cittadini sanzionati dal nucleo operativo ambientale della Polizia Locale di Trento Monte Bondone.

 

I fatti sarebbero avvenuti nei giorni scorsi. I cittadini, ignari di essere ripresi dalle telecamere, sono stati filmati mentre conferivano rifiuti in modo irregolare.

Nel primo caso una persona è stata filmata mentre abbandonava un aspirapolvere, in un altro una valigia e infine alcune persone che gettavano a terra dei sacchi di plastica.

La sanzione applicata è quella prevista e punita dal regolamento comunale gestione integrata rifiuti, all'art.5 comma 2, pari ad una somma di 54 euro.( E' vietato depositare rifiuti al di fuori dei punti di raccolta e/o contenitori appositamente istituiti o forniti alle utenze.)

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 Dicembre 2017
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Guarda le edizioni precedenti
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 dicembre - 10:23

 Entrambe le piazze sono state dotate di un sistema di luce in caso di black out e sono circa una sessantina i presidi sanitari e antincendio presenti in centro storico. Tra le novità di quest'anno la torre presente in piazza Fiera 

12 dicembre - 21:21

Gli architetti di Campomarzio, questa sera, hanno presentato il loro disegno per Piedicastello. Un contributo per poter aprire la discussione e per provare a pensare al quartiere in maniera organica e finalmente come se facesse parte della città. A unirlo a via Verdi una passerrella 

12 dicembre - 21:47
Una querelle che si trascina tra il rettorato e l'assemblea degli studenti della facoltà di giurisprudenza di Lisbona da diverso tempo. Mesi e mesi di dialogo, ma sono ancora tanti i punti irrisolti all'ordine del giorno. Carlotta Capizzi: "Sono rimasta sorpresa ma questa protesta non è un fulmine a ciel sereno"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato