Contenuto sponsorizzato

Da Hollywood a Gardolo, a lezione di recitazione da Gioia Libardoni

Destinazione Cinema, impresa privata che punta a fare formazione e cultura davanti e dietro la cinepresa, ha organizzato un workshop intensivo di due giorni con l'attrice di Levico che si sta facendo strada in America lavorando con Travolta. Jessica Parker, Whitaker e altre stelle

Jhon Travolta, Gioia Libardoni e Michael Madsen
Di Carmine Ragozzino - 24 novembre 2017 - 10:59

TRENTO. “Recitazione cold reading”, una serie di tecniche mutuate dal “mentalismo” che davanti ad una cinepresa, oppure su un palcoscenico, pare migliorino non poco la capacità interpretativa di chi le pratica. Del “Cold reading” è pratica una trentina che in America sta facendosi strada nel cinema dei grandi nomi.

 

Trattasi di Gioia Libardoni, levicense, che nel curriculum più recente può segnare presenze accanto a personaggi del calibro di Travolta, Jessica Parker, Hanks, Banderas, Withaker e altri.  Certo, quelle della Libardoni sono presenze da “non protagonista”: piccole e medie parti che tuttavia fanno portfolio.

 

La stella della Libardoni sulla “Walk of fame” è insomma ancora persa in qualche lontana galassia.  Ma alla ragazza l’esperienza – indubitabilmente invidiabile – non manca. E’ un’esperienza internazionale  che si va via via consolidando con qualche divagazione nazionale, (la Tv dei Don Matteo, Zalone di “Cado dalle nubi”) che permette di presentarla oggi come una “docente” di rilievo per gli aspiranti attori di casa nostra.

 

E da docente la Libardoni è stata “ingaggiata” da Destinazione Cinema, una piccola realtà imprenditorial-culturale con sede a Gardolo, che ha organizzato per due giorni, (dal primo al tre dicembre) un corso, (workshop), intensivo. “Direttamente da Holliwood, la tecnica di recitazione usata dagli attori americani” – recita la locandina che promuove l’iniziativa.

 

E ancora: “Studia e pratica una delle tecniche essenziali per aiutarti nei provini e per creare una performance autentica e competiva”. La lezione della Libardoni costa 277 euro, (cifra indicata come “scontata”, anzi quasi dimezzata) ed è aperta ad un massimo di 20 partecipanti.

 

Rocco Rampino - pugliese trapiantato in Trentino, impiegato e “titolare” di Destinazione Cinema – spiega costi e impostazione a carte scoperte: “La mia è un’azienda con obiettivo certamente culturale che per campare non può regalare nulla se non il mio impegno, la mia passione e i rapporti con esperti di fama nazionale e internazionale che di volta in volta coinvolgo.

 

Organizzare ed offrire formazione nel campo del cinema e dell’audiovisivo vuol dire spendere. E molto. Non ho alcun aiuto pubblico. Ho investito del mio nella sede di via 4 novembre a Gardolo che sto cercando di attrezzare al meglio anche come studio di produzione. Ovviamente non speculo sull’utenza ma nemmeno posso buttare i miei soldi che non sono tanti”.

 

Chiaro, chiarissimo. Lo “scopo di lucro” non porterà a Rampino la possibilità di comprare una di quelle auto di lusso che si vendono ad un passo dalla sede di Destinazione Cinema.  Ma già non dover alzare bandiera  bianca con un’impresa atipica e abbastanza coraggiosa.

 

“Sarà perché vengo dal sud, un sud dove chi prova a far imprenditoria con la cultura è tutto meno che protetto dal sostegno pubblico, ma ho l’ambizione di dimostrare che si può e si deve rischiare anche in proprio”. Destinazione Cinema – spiega Rampino – c’è dal 2012. Prova a diventare un punto di riferimento formativo e operativo per appassionati di cinema e di arti audiovisive. Promuove laboratori,  realizza cortometraggi  e videoclip, fa casting e si impegna ad organizzare eventi.

 

Mettersi dietro e davanti ad una telecamera può essere un bel gioco ma anche un tentativo di costruirsi una professione. E Destinazione Cinema cerca di andare incontro a questo sogno fornendo il necessario di conoscenza non solo tecnica a chi frequenta le attività per imparare e poi sperimentare sul campo”.

 

 

Con questa logica l’impresa di Rampino ha messo assieme negli anni collaborazioni e commissioni con Fondazione Arhef, Appm, Officina Lab, piano giovani del Comune di Trento ma anche con la Filo La Logeta di Gardolo e con la scuola Pertini. Da queste collaborazioni sono nati “corti” come  "Amore maleducato”, “Attraverso i vetri” o “Trapassato prossimo”: prodotti artigianali ma importanti per far conoscere Destinazione Cinema. “C’è ormai un numero ampio di collaboratori che mi garantiscono competenza e qualità nei corsi, negli stage e nelle produzioni che cerchiamo di attivare – dice ancora Rocco Rampino – e cito tra gli altri Carlo Missidenti, un fonico di primo livello nel cinema nazionale, Corrado Measso, un genio riconosciuto del montaggio”.

 

In questi giorni – oltre al workshop con la Libardoni – Destinazione Cinema è impegnata nella realizzazione di un nuovo cortometraggio ideato dai partecipanti al laboratorio di “Cinema azione”. Si tratta del lavoro dal titolo “Tratto da una storia falsa” per i quale Rampino ha lanciato un appello alla ricerca di comparse. Chi volesse provare l’esperienza deve dare la propria disponibilità ad essere presente per un paio d’ore domenica 26 al teatro di Gardolo, dalle 15 in avanti.

 

Si cercano famiglie con bambini e bambine. Non è previsto compenso ma  si può essere ripagati da non poca curiosità. Si tratta di simulare gli spettatori di una commedia per ragazzi. Per lo stesso cortometraggio, si ricercano attori o allievi di scuole di teatro che simulino delle prove di preparazione di uno spettacolo teatrale, nello stesso teatro Cona, fra le 17:00 e le 18:00.
 

Per farsi avanti – (anche per il workshop) basta un sms al 3917708115 o un’email a destinazionecinema@gmail.com, indicando nome, cognome, età, n. di tel, email suoi e di eventuali componenti della famiglia. Se capofamiglia, bastano i 2 contatti suoi e il nome, cognome, età dei partecipanti. Il tutto entro sabato.

 

Il “corto” finale sarà proiettato il 20 dicembre nell'auditorium della circoscrizione San Giuseppe/Santa Chiara.

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 giugno 2016
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 giugno - 18:50

Cocciuti, fermi sulle loro posizioni, il governatore e il sindaco di Rovereto rischiano di far vincere la Lega e il centrodestra. Il primo vuole a tutti i costi rimanere a capo della Giunta, il secondo spera che un quarto polo possa imporsi come 'novità'. Ma il rischio è di far vincere quelli che entrambi giudicano avversari: "I populisti"

23 giugno - 23:10

Piazza Fiere gremita. Nuovo format affidato a parte del cast della produzione trentina protagonista di “Voldemort, Origins of the Heir” per far riflettere i trentini sulla trentinità. Giudice e pubblico ministero fingono di essere di Milano e Roma per essere imparziali, ma il pregiudizio non manca

23 giugno - 21:46

Le ricerche del biker sono scattate questa mattina tra Maso Milano in Val di Non e Cavedago, quando il Soccorso alpino e vigili del fuoco volontari di zona sono entrati in azione per ritrovare la persona

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato