Contenuto sponsorizzato

Il Trentino verso il sold out per Ferragosto e punta a battere il record di presenze

Dopo la positiva stagione invernale, anche l'estate registra numeri importanti per i flussi turistici. Tutto pronto in Valle di Ledro per istituire un'Azienda per il turismo dopo un decennio di ottimi dati. A Trento tra eventi e offerta diversificata si attende un anno senza precedenti

Di Luca Andreazza - 12 agosto 2018 - 18:30

TRENTO. Ormai è iniziato il lungo ponte di Ferragosto e si  prospetta il sold out nelle località turistiche trentine. Queste le indicazioni di Trentino marketing e le diverse Aziende per il turismo d'ambito.

 

Mentre gli esercenti del turismo si preparano alla battaglia di questo periodo, arriva già un primo bilancio per maggio-giugno: le presenze si attestano al +1,8% rispetto al 2017. Un dato positivo per il settore, che rischia di ritoccare il record stabilito dodici mesi fa. 

 

Molte zone confermano così il trend di crescita e la prospettiva è quella di festeggiare un altro segno "più". "Anche il mese di maggio - evidenzia l'assessore Michele Dallapiccola - ha dato i risultati sperati, complice una specifica campagna promozionale relativa al prodotto primavera". 

 

Un turismo trentino che non si conosce soste e non subisce battute d'arresto nemmeno a causa di alcune condizioni altalenanti, come la situazione meteorologica, come a giugno, oppure il ritorno di alcuni mercati alternativi. La ripresa, soprattutto nelle ultime settimane, lascia ben sperare operatori e professionisti del comparto.

 

"Siamo in fase di chiusura della registrazione dei dati - commenta Elda Verones, direttrice dell'Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi - ma la proiezione di luglio dipinge un +8% delle presenze. Anche Ferragosto mostra un altissimo tasso di occupazione e si va verso il tutto esaurito". 

 

Negli ultimi tre mesi in provincia si registrano, infatti, oltre 5 milioni e 100 mila presenze per la componente alberghiera e extralberghiera, mentre il mese di luglio arriva quasi a 3 milioni e 100 mila

 

"Nei mesi estivi - continua la direttrice - si registra un ottimo andamento del movimento estero, che arriva intorno al 50% delle presenze, abbiamo grande riscontro dai mercati di lingua tedesca, ma anche olandese e francese. Sono inoltre sette anni che luglio è in costante crescita, spinto anche dai grandi eventi sportivi in termini di prenotazioni e visibilità, manifestazioni di punta che si collocano nel periodo non ancora di alta stagione".

 

E ora cresce l'attesa per la prima edizione del Festival dello Sport. "E Golf city, mentre in quel contesto - aggiunge l'Apt - abbiamo inserito un evento molto qualificato come quello dello skiroll, che questo autunno abbiamo ulteriormente potenziato stringendo una partnership con l'Apt Val di Fiemme. Le sinergie tra Aziende per il turismo d'ambito è ormai realtà, come con Rovereto per la cultura, la Valsugana per i Mercatini, la Val di Non per il progetto dei Trenini del castello, senza dimenticare tutte la altre azioni con Trentino marketing e Skirama". 

 

Tra i dati significativi che riguardano la stagione invernale  in Trentino si segnalano quelli dei pernottamenti, oltre quota 7 milioni, il 57,6% è rappresentato dai turisti italiani, mentre la presenze dei connazionali crescono in modo sostenuto (+9,5%) e Lombardia, Emilia Romagna, Lazio, Veneto e Toscana si confermano i mercati italiani di riferimento.

 

In crescita anche le presenze estero per un incremento del 5% circa. Si confermano ai primi posti i turisti polacchi, tedeschi, cechi, belgi e inglesi.

 

La performance dei singoli territori è generalmente positiva, con crescite evidenti nelle aree a vocazione sciistica.

 

Il numero di alberghi aperti è stato pari a 1.452 per un totale di 90.367 posti letto disponibili. Il tasso di occupazione dei posti letto è migliore negli alberghi a 4 stelle e la permanenza media più elevata si rileva negli alberghi a 3 stelle superior con 4,3 giorni.

 

La categoria 3 stelle assorbe il 48% del totale delle presenze stagionali (oltre 722 mila arrivi). Le presenze alberghiere rappresentano la fetta principale del totale dei pernottamenti rilevati nel complesso delle strutture ricettive: oltre 5 milioni e 920 mila le presenze (82,2%).

 

Anche per il settore extralberghiero, che rappresenta il 17,8% delle presenze invernali complessive, si evidenzia una generale crescita (+8,7%, con oltre 1 milione e 280 mila presenze). Il numero di strutture aperte è pari a 1.569, per un totale di 64.363 posti letto.

 

Le presenze in affittacamere, case appartamenti vacanze e Bed&Breakfast rappresentano il 57,7% del totale del movimento dell’extralberghiero, che comprende anche campeggi, strutture alpinistiche, agritur, esercizi rurali, affittacamere, ostelli, case per ferie, foresterie, istituti religiosi, colonie e campeggi mobili. Sono esclusi da questo settore gli alloggi privati e le seconde case.

 

La crescita contraddistingue in generale tutti i mesi della stagione, ad esclusione del mese di aprile, i cui risultati sono chiaramente influenzati dalla data in cui è caduta la Pasqua che, ricordiamo, quest'anno è stata il 1° aprile.

 

Il mese dove si osserva la crescita più elevata è dicembre (+18,4%), mentre febbraio si conferma il mese con il maggior numero di pernottamenti: oltre un milione e ottocentomila. Considerando anche la stima del movimento in alloggi privati e seconde case, il bilancio della stagione appare molto positivo, con un +5,9% negli arrivi e un +5,7% nelle presenze.

 

Nel frattempo la Valle di Ledro potrebbe lanciare un'Azienda per il turismo per attività di marketing, coinvolgimento degli operatori e governance più incisiva. Un ulteriore step merito del lavoro di questi ultimi anni.

 

La crescita dei flussi turistici tra il 2002 e il 2017 sono davvero importanti, in questo lasso di tempo si va dai 69.295 a 111.966 arrivi e si passa da 730.130 a 893.267 presenze. In aumento anche le strutture ricettive (da 2.407 a 2.428) e quindi i posti letto, da 14.478 a 16.231.

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 agosto 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 agosto - 18:43

L'Amministrazione, in risposta ad una nota della consigliera circoscrizionale Martina Loss, ha spiegato che si stanno portando a termine alcuni lavori di miglioria per rendere il canile più sicuro e accogliente   

15 agosto - 14:34

Come ogni anno si sono svolte le celebrazioni del ricordo di quel giorno del 1944 quando i nazisti ammazzarono 17 persone tra civili e partigiani. Alessandro Olivi: "Già allora la divisione era tra sovranismo e autonomia, tra pluralismo e omologazione"

15 agosto - 15:43

L'allarme era stato lanciato ieri sera dopo che l'uomo non aveva più fatto rientro al campeggio. Le ricerche hanno visto impegnati i vigili del fuoco di Riva del Garda, la Polizia e il Soccorso alpino 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato