Contenuto sponsorizzato

60 milioni di euro per le piccole e medie imprese che investono in ricerca e innovazione

Il finanziamento arriva della Commissione europea all'interno del programma per la ricerca e l'innovazione dell'Unione europea "Horizon 2020". Il direttore generale di Mediocredito Trentino Alto Adige Diego Pelizzari: "Siamo molto soddisfatti"

Pubblicato il - 10 ottobre 2017 - 15:32

TRENTO. Appena uscita sull'Ansa l'ha twittata soddisfatto anche il presidente Ugo Rossi: "Mediocredito Trentino Alto Adige ha siglato un nuovo accordo con il Fondo europeo per gli investimenti (Fei) per l'utilizzo della garanzia a supporto delle Pmi e delle imprese a media capitalizzazione Small Mid-Cap, fino a 499 dipendenti, nell'ambito dell'iniziativa "InnovFin - EU finance for innovators".

 

Il finanziamento è della Commissione europea all'interno del programma per la ricerca e l'innovazione dell'Unione europea "Horizon 2020" e grazie a questo accordo, il secondo siglato da Mediocredito Taa, la banca è in grado di mettere a disposizione delle imprese italiane innovative un ulteriore plafond di 60 milioni di euro di finanziamenti, erogabili nei prossimi due anni, garantiti al 50% dal Fei.

"Siamo molto soddisfatti di questo rinnovo di fiducia da parte di Fei", ha dichiarato Diego Pelizzari, direttore generale di Mediocredito. "Il primo plafond di 30 milioni di euro, firmato con un accordo nel 2015, è stato interamente collocato, con un alto gradimento da parte delle nostre imprese clienti".

L’obiettivo del Fondo Europeo per gli Investimenti è quello di assicurare alle imprese un miglior accesso al credito, favorendo di conseguenza il sostegno all'occupazione ed alla crescita. “Questa iniziativa per noi è molto importante - sottolinea Franco Senesi, presidente di Mediocredito Trentino-Alto Adige/Sudtirol - perché ci consente di rispondere in modo preciso ad una crescente richiesta di finanziamenti per investimenti da parte delle imprese innovative della nostra regione e del Nord Est, territori ad alta concentrazione di imprese leader nelle nuove tecnologie".

 

Ecco chi sono i protagonisti dell’accordo. Il fondo Europeo per gli Investimenti - European Investment Fund (FEI) che è parte del Gruppo Banca Europea per gli Investimenti: promuove gli obiettivi dell'UE a sostegno dell'innovazione, ricerca e sviluppo, l'imprenditorialità, la crescita e l'occupazione.

 

La sua mission principale è sostenere le micro, piccole e medie imprese, aiutandole nell’accesso al credito. FEI progetta e sviluppa fondi di venture capital e di private equity, garanzie e strumenti di microfinanza diretti specificamente a questo segmento di mercato. 

Altro protagonista è Mediocredito Trentino-Alto Adige che opera da oltre 60 anni nel sostegno e nella promozione delle attività economiche delle piccole e medie imprese con il credito a medio e lungo termine, la consulenza finanziaria, le operazioni di finanzia straordinaria e il leasing.

 

Mediocredito si propone quale Corporate e Investment Bank a supporto della crescita dimensionale e tecnologica delle piccole e medie imprese del Nord Est. 

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 Dicembre 2017
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Guarda le edizioni precedenti
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 dicembre - 10:23

 Entrambe le piazze sono state dotate di un sistema di luce in caso di black out e sono circa una sessantina i presidi sanitari e antincendio presenti in centro storico. Tra le novità di quest'anno la torre presente in piazza Fiera 

12 dicembre - 21:21

Gli architetti di Campomarzio, questa sera, hanno presentato il loro disegno per Piedicastello. Un contributo per poter aprire la discussione e per provare a pensare al quartiere in maniera organica e finalmente come se facesse parte della città. A unirlo a via Verdi una passerrella 

12 dicembre - 21:47
Una querelle che si trascina tra il rettorato e l'assemblea degli studenti della facoltà di giurisprudenza di Lisbona da diverso tempo. Mesi e mesi di dialogo, ma sono ancora tanti i punti irrisolti all'ordine del giorno. Carlotta Capizzi: "Sono rimasta sorpresa ma questa protesta non è un fulmine a ciel sereno"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato