Contenuto sponsorizzato

Space3-Aquafil, fusione e piazza Affari in vista. I sindacati: "Aspettiamo il piano industriale"

Aquafil e Space3 hanno inviato una raccomandata per confermare che le posizioni dei lavoratori non cambieranno. Operazione che si dovrebbe chiudere non prima del 31 ottobre

Di Luca Andreazza - 12 agosto 2017 - 06:51

ARCO. Tutto pronto o quasi per la fusione tra Space3 e Aquafil. E' infatti in corso l'operazione di integrazione societaria tra le due realtà finalizzata alla quotazione in borsa. Le società comunicano inoltre che i rapporti di lavoro dei dipendenti di Aquafil proseguiranno senza soluzione di continuità con la cessionaria, cioè con Space3. 

 

In sostanza, insegna a parte, non dovrebbe cambiare nulla per i 569 dipendenti, 22 dei quali dirigenti, e Space3, che non occupa alcun lavoratore, dovrebbe continuare ad applicare i trattamenti economici e normativi previsti tra il contratto nazionale per gli addetti all'industria delle fibre chimiche e quello per dirigenti industria, oltre ai diversi accordi integrativi aziendali vigenti. Nessun cambiamento anche a livello logistico, in quanto lo stabilimento resta ad Arco. 

 

La raccomandata però non lascia del tutto tranquilli i sindacati, Mario Cerutti (segretario Filctem Cgil), Ivana Dal Forno (segretaria Femca Cisl) e Alan Tancredi (segretario Uiltec Uil), che hanno immediatamente scritto ad Aquafil per fissare un incontro, altrettanto rapidamente accordato per il prossimo 16 agosto.

 

"Certo - afferma Tancredi - questo non è il miglior metodo dal punto di vista dei rapporti sindacali e avremmo preferito incontrarci prima, ma probabilmente questo non interessa tanto l'azienda. Non disponiamo ancora di tutti gli elementi per commentare in modo chiaro la vicenda e nel corso dell'incontro cercheremo di approfondire tutti gli aspetti per non farci sorprendere dall'entrata in borsa della società trentina. Aspettiamo che ci venga illustrato un piano industriale".

 

L'operazione di integrazione prepara il terreno allo sbarco in quel di piazza Affari per la quotazione sul mercato telematico segmento Star e il perfezionamento della fusione è previsto non prima del prossimo 31 ottobre.

 

L'accordo siglato in giugno prevede l'acquisizione attraverso Space3 del 24% del capitale di Aquafil per 108 milioni di euro e la fusione sulla valutazione di 450 milioni di euro, mentre Space3 dovrebbe essere quotata sul segmento Start (flottante intorno al 37%) e beneficiare di nuove risorse finanziare fino a 45 milioni di euro.

 

Questi programmi e iniziative sono inoltre ritenute strategiche per implementare il business, sviluppare nuovi mercati, rafforzare le diverse quote di mercato e crescere ulteriormente in settori storici di Aquafil.

 

 

 

 

 

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 luglio 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 luglio - 06:01

Giuliano Muzio, di ritorno dalle vacanze, cerca di disinnescare la proposta alternativa a Rossi tacciando di 'populismo' e 'movimentismo' l'ex direttore de L'Adige. Parole che irritano Civico e Robol. Intanto monta il fermento attorno a Ghezzi: molti i sostenitori che sottoscrivono un appello 

22 luglio - 15:51

L'allarme è stato lanciato dal compagna che si trovava assieme lungo il sentiero.  I soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso

22 luglio - 09:35

Dopo la presentazione da parte del governatore si apre la discussione. Il calendario dei lavori è previsto fino a giovedì, con la possibilità di andare a oltranza se le opposizioni faranno ostruzionismo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato