Contenuto sponsorizzato

Ugo Rossi a Bruxelles nella sede di rappresentanza dell'Euregio: "Siamo l'Europa che collabora, l'Europa dei Popoli"

All'incontro, in occasione dell'evento “Euregio: cooperare per condividere responsabilità in Europa”, erano presenti con Arno Kompatscher (Provincia di Bolzano) e Günter Platter (Capitano del Tirolo), ma anche  Karl Heinz Lambertz (presidente del Comitato delle Regioni) e Johannes Hahn (commissario europeo all’allargamento e alla politica di vicinato)

Pubblicato il - 11 ottobre 2017 - 09:13

TRENTO. I tre presidenti si sono incontrati a Bruxelles, nella sede di rappresentanza di Trentino, Alto Adige e Tirolo. Ugo Rossi con Arno Kompatscher (Provincia di Bolzano) e Günter Platter (Capitano del Tirolo), ma al loro fianco c'erano anche  Karl Heinz Lambertz (presidente del Comitato delle Regioni) e Johannes Hahn (commissario europeo all’allargamento e alla politica di vicinato).

 

L'occasione è stata quella dell'evento dal titolo “Euregio: cooperare per condividere responsabilità in Europa”, che ha permesso ai presenti di confrontarsi sull'esperienza di dialogo e diplomazia che è riuscita a unire le terre che di qua e di là dal Brennero formavano una parte dell'Impero asburgico.

 

“L’Euregio? Un modo per cercare di utilizzare al meglio uno strumento che i nostri territori gestiscono da tempo e che si chiama autonomia, ossia autogoverno - ha detto Ugo Rossi - parole che, pronunciate in queste ore in Europa, richiamano situazioni di apprensione ma che per noi sono la vera risposta al bisogno dei territori che rivendicano di potersi esprimere”

 

“I nostri tre territori - ha spiegato il governatore trentino - vengono da una storia comune, da quell’esperimento di piccola Europa che era l’impero austroungarico e, su questa base, abbiamo cercato di sviluppare in questi anni una concreta collaborazione, oltre i confini, pensando soprattutto ai giovani perché è normale che qualsiasi impegno sia proiettao verso il futuro".

 

"Ecco - ha continuato - l’Euroregione prima di tutto cerca di offrire ai nostri giovani opportunità, per imparare uni dagli altri anzitutto ma serve anche per costruire quella che pensiamo essere la nuova Europa: l’Europa dei cittadini, delle istituzioni locali, delle regioni, l’Europa dei popoli, che riescono a collaborare anche andando al di là delle pur importanti iniziative delle istituzioni europee”.

 

Rossi, di fronte ai rappresentanti dell'Europa, ha voluto fare un appello: “Noi stessi dobbiamo imparare a cedere sovranità nei confronti delle istituzioni europee - ha affermato - ma vogliamo anche lanciare un messaggio affinché l’Europa riconosca che, in un mondo sempre più globale, si possono dare risposte concrete ai bisogni dei cittadini attraverso un ruolo maggiore delle regioni, delle istituzioni e delle autonomie locali”.

 

“Abbiamo affrontato assieme un tema delicatissimo come quello dell’immigrazione - ha sottolineato Rossi -  superando una situazione difficile che rischiava di farci ripiombare in un passato in cui Italia e Austria erano separate da un confine. Abbiamo cercato di dare per primi il buon esempio, collaborando nella gestione dei flussi, tenendoci informati e soprattutto stimolando il dialogo fra i nostri Stati”

 

Ma il governatore ha voluto parlare anche di un altro tema che accomuna l'Euregio, quello ambientale. “Siamo tre territorio alpini e per Alpi intendo un patrimonio non solo per noi che ci viviamo, ma per tutta l’Europa. Ecco perché ci sentiamo in dovere di preservarle, perseguendo modelli di sviluppo sostenibili, a partire dalla mobilità che deve essere rispettosa, il meno impattante possibile”. 

 

“La mobilità è una delle sfide più importanti anche per noi - ha commentato poi Rossi, riferendosi anche al nuovo tunnel del Brennero che sarà ultimato nel 2016 - per questo è importante che l’Euregio sia stata scelta come capofila proprio per seguire questa tematica all’interno di Eusalp. Ed è altrettanto importante lo sforzo messo in campo per educare alla mobilità sostenibile, un obiettivo cui si ispira la proposta di consentire ai nostri giovani di poter viaggiare sui mezzi pubblici dei tre territori utilizzando ciascuno il proprio abbonamento”.

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 Dicembre 2017
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Guarda le edizioni precedenti
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 dicembre - 10:23

 Entrambe le piazze sono state dotate di un sistema di luce in caso di black out e sono circa una sessantina i presidi sanitari e antincendio presenti in centro storico. Tra le novità di quest'anno la torre presente in piazza Fiera 

12 dicembre - 21:21

Gli architetti di Campomarzio, questa sera, hanno presentato il loro disegno per Piedicastello. Un contributo per poter aprire la discussione e per provare a pensare al quartiere in maniera organica e finalmente come se facesse parte della città. A unirlo a via Verdi una passerrella 

12 dicembre - 21:47
Una querelle che si trascina tra il rettorato e l'assemblea degli studenti della facoltà di giurisprudenza di Lisbona da diverso tempo. Mesi e mesi di dialogo, ma sono ancora tanti i punti irrisolti all'ordine del giorno. Carlotta Capizzi: "Sono rimasta sorpresa ma questa protesta non è un fulmine a ciel sereno"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato