Contenuto sponsorizzato
A Paganella ovest inaugurate due colonnine elettriche alimentate da una pala eolica

Questa iniziativa si inserisce all’interno di una visione che va dallo sfruttamento dell’energia solare attraverso la barriera di Isera all’investimento sull’idrogeno a Bolzano, ma anche dalla produzione di energia eolica nell’area di servizio Paganella est alla dislocazione di ormai più di 20 colonnine elettriche lunga lo tratta Affi-Brennero

Pubblicato il - 19 ottobre 2017 - 20:26

TRENTO. All'area di servizio Paganella ovest sono entrate in funzione due nuove colonnine elettriche universali e compatibili con tutte le case automobilistiche, disponibili gratuitamente per tutti gli utenti e rappresentano un impegno di Autostrada del Brennero per una mobilità sostenibile e 'Green'.

 

Questa iniziativa si inserisce all’interno di una visione strategica ben più ampia che va dallo sfruttamento dell’energia solare attraverso la barriera di Isera, all’investimento sull’idrogeno con la creazione del centro di produzione a Bolzano, ma anche dalla produzione di energia eolica nell’area di servizio Paganella est alla dislocazione di ormai più di 20 colonnine elettriche lunga lo tratta da Affi fino al Brennero.

 

"Una colonnina di nuova generazione - spiega Carlo Costa, direttore tecnico di A22 - per approvvigionare tutte le vetture. Energia elettrica prodotta dal rinnovabile, qui c'è una pala eolica che produce energia che viene distribuita. Un percorso virtuoso che intendiamo sviluppare lungo tutta la tratta del Brennero".

 

Due le tipologie di colonnine installate giovedì 19 ottobre. La prima a 'ricarica rapida' (fast charge) per garantire una ricarica efficace nel tempo di una pausa caffè. La seconda invece ha una potenza minore al fine di eliminare i tempi di attesa nel caso la prima fosse già occupata, oltre a supportare un eventuale disservizio temporaneo della 'rapida'.

 

Entrambe inoltre sono già dotate della predisposizione necessaria per supportare potenze di ricarica maggiore e modelli tecnologici che si affacceranno in un futuro prossimo sul mercato, rimanendo in questo modo impianti di servizio competitivi e all’avanguardia.

 

Il tutto a impatto zero, in quanto il loro fabbisogno sarà garantito dalla produzione di energia della pala eolica nell’area Paganella est, creando così un ciclo di produzione basato su un’unica inesauribile risorsa: il vento.

 

L’utilizzo di energia elettrica riduce dell’85% l’emissione in atmosfera di anidride carbonica. Ad oggi, le colonnine elettriche in A22 hanno effettuato circa 1.900 sessioni di carica, per un totale erogato di 22.000kWh e 49 tonnellate di CO2 in atmosfera in meno.

 

"A22 - conclude Walter Pardatscher, amministratore di A22 - è sempre vicina agli interessi dei territorio e investe da sempre nell'ambito della sostenibilità. Abbiamo investito nell'idrogeno e ora anche nell'energia elettrica". 

 

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.25 del 18 Novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Guarda le edizioni precedenti
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 novembre - 17:56

L'associazione trentina si trova in Uganda per aiutare il paese a far fronte all'emergenza del paese, acuita dall'arrivo di oltre un milione di persone in fuga dal Sud Sudan. Bozzarelli: "Oltre alla perforazione dei pozzi, forniamo una formazione professionale e kit per contadini per dare una speranza di futuro"

19 novembre - 06:02

La gestione del locale sarà affidata all'associazione di promozione sociale Dulcamara. Cadrobbi: "Puntiamo sulle attività culturali e stiamo già programmando presentazioni di libri, conferenze e dibattiti"

19 novembre - 14:00

Per il centro nazionale terremoti la magnitudo sarebbe del 4.4. Segnalazioni in tutto il Nord Italia. Si tratta di uno sciame sismico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato