Contenuto sponsorizzato

Nata prematura al sesto mese a Trento da genitori inglesi è gara di solidarietà per Matilda

Padre e madre, entrambi 27enni, erano nel Nord Italia per una gita prima della nascita della bimba ma la piccola ha "affrettato" i tempi ed è nata con 15 settimane di anticipo e pesava quanto una scatola di biscotti. La nonna ha lanciato una campagna di crowdfunding per sostenerli e dall'Inghilterra all'Italia in tanti si stanno mobilitando

La piccola Matilda sul petto del babbo e la sua manina
Di Luca Pianesi - 10 gennaio 2018 - 12:59

TRENTO. E' nata prematura di 15 settimane ma grazie all'impegno e alla professionalità dell'Ospedale di Trento sta bene e nonostante il suo peso alla nascita fosse di soli 800 grammi, praticamente quanto una busta di biscotti, sta bene e cresce in salute. Stiamo parlando di Matilda Challoner, una bambina nata, a Trento, da due genitori inglesi che si trovavano nel Nord Italia per una vacanza. Una bimba che sta diventando a suo modo famosa visto che la nonna materna,  Helen Richardson, ha aperto una campagna di crowdfunfing su internet per sostenere genitori e bambina in questo difficile momento. Una raccolta fondi che in 5 giorni ha già raggiunto 2.500 sterline, quasi 1.000 solo nelle ultime 24 ore e che sta conquistando i titoli di diverse testate inglesi.

 

Le immagini di Matilda nell'ospedale di Trento

 

La storia di questi due giovani genitori la racconta la stessa nonna su gofundmeMamma Jordan e papà Ashley sono entrambi 27enni, lei studentessa a Norwich lui lavoratore nello Yorkshire e non sospettavano minimamente che la piccola Matilda potesse anticipare i tempi così tanto e dopo un periodo difficile per entrambi (Ashley l'anno scorso ha perso anche la madre e i due giovani riuscivano a vedersi solo due volte al mese per questioni lavorative) avevano deciso di prendersi un periodo di pausa insieme prima di Natale e prima che arrivasse la bambina. Avevano scelto l'Italia e Venezia come mete turistiche. Ma il 3 dicembre Matilda ha deciso di fare una sorpresa a tutti venendo al mondo prematura di quasi 4 mesi, alla venticinquesima settimana di gravidanza.   

 

In seguito alle perdite accusate da Jordan, infatti, è subito parso evidente che la donna necessitasse di cure. Immediatamente la ragazza è stata trasferita all'Ospedale di Trento e qui è stata assistita, alla grande, dagli infermieri e dai medici trentini. Due giorni di ricovero e poi è arrivata la nascita della bimba. Uno scricciolino del peso di soli 800 grammi. Immediatamente è stata messa nell'incubatrice in terapia intensiva neonatale e lì rimarrà ancora a lungo probabilmente fino a metà marzo (quando sarebbe dovuta nascere). E vicino a lei, ovviamente, stanno restando i due ragazzi che hanno trovato alloggio a Trento vicino all'ospedale (pagato dall'assicurazione, come spiega la stessa nonna sul sito di crowdfunding).

 

Ora la bimba sta bene, ha 38 giorni e dall'ospedale di Trento ci comunicano che cresce in salute. La nonna aggiorna tutto e tutti sul sito di raccolta fondi e spiega che pesa circa 1 chilo e 200 grammi e continua il suo percorso per la vita. "Non deve più portare la mascherina per l’ ossigeno - scrive -. Ha ancora le sonde nasali, ma riesce ad avere fino a due ore di autonomia senza il loro sostegno. Noi siamo molto orgogliosi di lei". Una bella storia, internazionale, di vita. Di una piccola vita che quando sarà grande e forte e vivrà serena nella sua Inghilterra conserverà sui suoi documenti d'identità quel "Born in Trento (Italy)" che le ricorderà questa bella storia di solidarietà.  

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.17 del 16 Giugno
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 giugno - 18:41

Lo ha deciso la Corte d'Appello della Corte dei Conti che per la prima volta riconosce il danno erariale causato dall'abbattimento di migliaia di animali. L'ex presidente della Provincia e il suo dirigente sono finiti nei guai per un centinaio di decreti che consentivano ai cacciatori di sparare. La Lav: "Speriamo che la Provincia di Trento e Bolzano ora non compiano lo stesso errore con lupi e orsi"

18 giugno - 12:32

Trovati all'interno dell'abitacolo di un camion 10 panetti di droga per un totale di 11 chili dal valore approssimativo di 800 mila euro al dettaglio. L'autista, di origini campane, fermato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio con l'aggravante della transnazionalità

18 giugno - 12:45

Tre amici stavano affrontando la via normale sulla Grande delle Tre Cime quando hanno perso l'orientamento. Accortisi dello sbaglio hanno provato a scendere ma l'appiglio si è staccato e un uomo è precipitato per oltre 100 metri nel vuoto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato