Contenuto sponsorizzato

Trento a valanga, Zenit S. Pietroburgo dominato

Basket. Gara senza storia e partenza bruciante della Dolomiti Energia. L'Aquila Basket surclassa i russi per 103-81. Terza vittoria in Eurocup, trentini ancora in corsa per la qualificazione

Di Luca Andreazza - 05 dicembre 2017 - 23:09

TRENTO. E' una Dolomiti Energia sontuosa quella che supera lo Zenit San Pietroburgo nella settima giornata di Eurocup. I russi si inchinano per 103-81 al PalaTrento. Un successo che rilancia la ambizioni di staccare un pass per la Top16, ma la strada è ancora lunga.

 

Una vittoria, la terza in questa campagna europea, costruita soprattutto nel primo tempo e dopo un parziale di 17-0. La truppa di Buscaglia è concentrata e sul pezzo, i bianconeri trovano il canestro con regolarità e in difesa concedono pochissimo ai russi.

 

Prova maiuscola per tutti gli interpreti bianconeri, ma in questa serata da incorniciare brillano soprattutto Shields (23 punti e 8 rimbalzi), Forray (20 punti e 4 assist) e Behanan (17 punti).

 

L’avvio del primo quarto è a forti tinte bianconere: Shields segna 4 punti consecutivi, Forray e Lechthaler innescano per un parziale di 8-0 in meno di un minuto e mezzo. Lo Zenit corre ai ripari e chiama il time out. Alla ripresa Shields pesca per una tripla, quindi Gomes e Forray puntellano il 17-0. Kuric sblocca i russi solo dopo più di 4’ di gioco, ma dopo un paio di passaggi a vuoto la Dolomiti Energia riprende a macinare gioco e punti: Gutiérrez prima crea poi finalizza, Sutton e Shields trovano punti da centro area mentre la difesa dei bianconeri continua a fare la differenza: 28-9 dopo i primi 10’.

L'inerzia del match non cambia nella seconda frazione L’asse Gutiérrez-Behanan aggiorna il massimo vantaggio nella partita (30-9), ma i russi reagiscono con un break di 9-2  nel quale a brillare sono Harper e Karasev. Forray e Shields però non sbagliano nulla, quindi le triple di Gomes e Gutiérrez mandano le squadre al riposo lungo sul 54-28. 

 

Nella seconda parte di gara l'Aquila Basket continua a controllare la gara, mentre Buscaglia fa ruotare i giocatori per risparmiare energia in vista dei prossimi impegni di campionato. Shields e Lechthaler tengono lo Zenit a distanza, mentre i colpi finali sono griffati Gomes e Franke. La gara, senza storia, si chiude 103-81.

 

DOLOMITI ENERGIA-ZENIT SAN PIETROBURGO 103-81

(28-9, 54-28, 74-44)

 

Dolomiti Energia: Franke 3 (0/1, 1/3), Sutton 9 (4/9, 0/1), Forray 20 (3/7, 3/5), Conti, Flaccadori 6 (2/5, 0/1), Gutiérrez 11 (3/10), Gomes 12 (3/4, 1/3), Behanan 17 (8/9), Lechthaler 2 (1/4), Shields 23 (8/12, 1/2). Coach Buscaglia

Zenit S. Pietroburgo: Reynolds 1 (0/1), Lazarev 2 (1/3), Karasev 20 (8/11, 1/3), Laprovittola 15 (3/4, 1/2), Barinov ne, Vikhrov 2 (1/4), Voronov 6 (3/4), Simonovic 7 (2/2, 1/4), Harper 16 (3/3, 2/3), Kuric 7 (2/2, 1/5), Valiev (0/1), Gordon 3 (1/5). Coach Karasev

 

Arbitri: Jovcic (Ser), Van den Broeck (Bel), Kartal (Tur)

Note: Tiri da due: Dolomiti Energia 32/61, Zenit 24/40. Tiri da tre: Dolomiti Energia 6/15, Zenit 6/19. Tiri liberi: Dolomiti Energia 21/31, Zenit 15/25. Rimbalzi: Dolomiti Energia 40 (Shields e Lechthaler 8), Zenit 24 (Karasev 5). Assist: Dolomiti Energia 17 (Forray e Gutiérrez 4), Zenit 16 (Laprovittola 6). Recuperi: Dolomiti Energia 11 (Gomes 3), Zenit 8 (Voronov e Karasev 3). Spettatori: 1.751

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 Dicembre 2017
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Guarda le edizioni precedenti
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 dicembre - 06:50

La perturbazione arrivata in Trentino tra domenica 10 e lunedì 11 dicembre è un evento molto raro. Temperature più alte in montagna rispetto al fondovalle e aumenti in quota tra i 10 e 16 gradi

15 dicembre - 18:01

Il fatto è stato ripreso in apertura di Consiglio provinciale, Dorigatti: "La violenza di genere è un fenomeno trasversale", Claudio Cia: "Questa modalità di 'accoglienza' dei profughi è fallita". La Lega: "Responsabilità politica di chi ci sta governando, comprese quelle donne che si sono battute per una legge a tutela del genere femminile per pura demagogia e propaganda elettorale"

15 dicembre - 16:00

Diversi gli interventi della polizia locale tra quattro ristoratori segnalati alla Procura per inquinamento olfattivo, due mezzi sono stati rimossi nei sobborghi cittadini, ma anche un condominio infestato dagli insetti e una signora multata perché 'pizzicata' dalle telecamere a non fare la raccolta differenziata

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato