Contenuto sponsorizzato
Luca Piazzi e Parma, ormai è fatta. Un progetto per arrivare in serie A

Calcio. Il direttore sportivo ex Alto Adige e Mezzocorona pronto a firmare un biennale per avviare un progetto ad ampio respiro sul settore giovanile per riportare il sodalizio emiliano ai massimi livelli

Di Luca Andreazza - 18 maggio 2017 - 20:23

BOLZANO. Luca Piazzi e il Parma calcio, il matrimonio è pronto. La trattativa è in dirittura d'arrivo, oggi ci sarebbe dovuta essere la firma, slittata a causa di un imprevisto occorso al direttore sportivo Daniele Faggiano. Il trentino si appresta a sottoscrivere un contratto biennale per ricoprire il ruolo di Responsabile del settore giovanile, della metodologia e dell'area scounting.

 

Accostato insistentemente anche all'Inter, il trentino alla fine è virato deciso alla corte del Parma. Una piazza di prestigio per cercare la scalata verso la serie A del sodalizio emiliano. Dopo aver girato mezza Europa per osservare le metodologie di Ajax, Barcellona, Atletico Bilbao, Chelsea e Arsenal, ma anche il centro sportivo Aspire di Doha, per citare solo una minima parte degli approfondimenti, e le esperienze di successo in qualità di direttore sportivo tra Mezzocorona e Alto Adige, Luca Piazzi coltiva  l'idea di costruire e curare un progetto innovativo per rilanciare il settore giovanile.

 

Il Parma, che vanta un centro sportivo all'avanguardia a Collecchio, vuole tornare a recitare un ruolo di primo piano nel panorama nazionale sotto ogni punto di vista, senza dimenticare la vicina Università, un progetto ad ampio respiro che ha stregato Luca Piazzi. L'obiettivo è quello di costruire un percorso nelle varie categorie, implementando una filosofia di gioco che, nell'arco di cinque anni, possa riflettersi anche in prima squadra.

 

Insomma, la serie A può aspettare per ora, ma il viaggio verso i massimi livelli del calcio italiano è appena cominciato.

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 maggio - 19:31

Bruno Garzetti. “La prima cosa che manca è l'attenzione ed ora con l'arrivo della bella stagione la percentuale di moto per le strade aumenta di molto e con essa, purtroppo, gli incidenti. La stessa cosa, però, la possiamo dire anche per gli sciatori d'inverno”.

27 maggio - 12:11

Walter Alotti: "Va bene premiare la professionalità ma dovrebbe esserci anche una minima attenzione ai conflitti di interesse ed alla trasparenza. Non si è tenuto minimamente conto nemmeno del Piano Anticorruzione della PAT dove particolare attenzione viene dedicata ai 'coniugi' cooptati nell’Amministrazione e nelle sue Partecipate"

27 maggio - 19:06

L'uomo stava scalando sul Catinaccio con un amico quando è caduto finendo per fratturarsi una gamba. I soccorsi trentini si sono dovuti far assistere da un Pellikan 1 di Bolzano perché gli elicotteri erano già tutti impegnati

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato