Contenuto sponsorizzato

Una Dolomiti Energia formato europeo, l'Asvel del presidente Tony Parker non decolla

Basket. Grande prestazione dei bianconeri che superano i francesi per 85-75. Brilla Behanan, autore di 19 punti, 5 rimbalzi e 4 assist, ma la Dolomiti Energia è squadra compatta: Sutton mette a referto 13 punti e 6 rimbalzi, Flaccadori 11 punti e 7 rimbalzi, mentre Gomes offre un match generoso e costruito da tanto lavoro sporco

Dolomiti Energia e Asvel Villeurbanne in azione al PalaTrento (foto di Giuseppe Schiavone)
Di Luca Andreazza - 11 ottobre 2017 - 22:35

TRENTO. E' una Dolomiti Energia sontuosa quella che si presenta sul parquet del PalaTrento per la prima notte europea di Eurocup. I già diciotto volte campioni di Francia dell'Asvel Villeurbanne, sodalizio presieduto da Tony Parker, stella Nba dei San Antonio Spurs, si inchinano per 85-75.

 

Nessun timore e grande prestazione dei trentini davanti alla formazione transalpina costruita per tornare ai vertici del basket nazionale e continentale. A disposizione dell'allenatore John David Jackson è stato messo in mano un roster completo, esperto e molto fisico. I bianconeri dominano tre quarti di gara e poi resistono al ritorno francese, dimostrando maturità e concentrazione.

 

Brilla Behanan, autore di 19 punti, 5 rimbalzi e 4 assist, ma la Dolomiti Energia è squadra compatta: Sutton mette a referto 13 punti e 6 rimbalzi, Flaccadori 11 punti e 7 rimbalzi, mentre Gomes offre un match generoso e costruito da tanto lavoro sporco. 

 

Maurizio Buscaglia manda sul parquet Sutton, Forray, Gomes, Behanan, Shields

John David Jackson risponde con Kahudi, Slaughter, Noua, Roberson, Watkins

 

L'inizio del primo quarto è di marca francese: Kahudi chiama, Sutton risponde per il 2-2. Asvel Villeurbanne spinge forte e arriva il primo strappo targato Watkins e Slaughter per il 2-8. La reazione della Dolomiti Energia è pronta, anzi prontissima: Sutton ricuce tutto sull'8-8. Forray firma il primo vantaggio bianconero, ma l'equilibrio dura fino al 12-12 fino a quando non sale in cattedra Behanan che spinge i padroni di casa sul 18-12. Nelson e Lighty provano a riportare i transalpini in scia (18-15), ma Sutton, Gomes e Flaccadori chiudono il parziale sul 25-18.

(Dolomiti Energia e Asvel Villeurbanne in azione al PalaTrento - foto di Giuseppe Schiavone)

L'1/2 dalla lunetta di Flaccadori inaugura la seconda frazione (26-18), dopo il canestro di Roberson, Behanan e Franke spingono la Dolomiti Energia sul +10 (38-28). Lighty e Nelson tenono in gara l'Asvel Villeurbanne, ma Gomes dice 46-38. La tripla di Harper manda le squadre al riposo lungo sul 46-41 in favore dell'Aquila Basket.

 

Dopo un minuto e mezzo del terzo parziale arrivano i primi canestri di Forray e Flaccadori per il 50-41. Kahludi e Nelson dicono -5 per i francesi (50-45). Baldi Rossi e Gomes non restano a guardare e riportano i bianconeri nuovamente a doppia cifra: 57-47. Il finale parla francese, ma l'Aquila resta sul +10: Noua, Nelson e Harper alla sirena chiudono infatti la frazione sul 64-54.

(Dolomiti Energia e Asvel Villeurbanne in azione al PalaTrento - foto di Giuseppe Schiavone)

L'inizio dell'ultimo quarto è un incubo per la Dolomiti Energia. L'Asvel ritorna prepotentemente in partita, quando Lang, Lighty, Kahudi e Nelson firmano un parziale di 0-8 che porta le squadre sul 62-60 in favore di bianconeri. L'Aquila però si scuote con Forray e Flaccadori che riportano in quota i trentini sul 66-62. Shields, Behanan e Flaccadori ridanno colore alla formazione di casa che si porta su un rassicurante +10 (79-69).  Slaughter e Nelson non si arrendono, ma Flaccadori e Sutton chiudono la contesa sull'85-75.

 

 

 

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 febbraio 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Guarda le edizioni precedenti
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 febbraio - 06:01

Nel capoluogo le persone senza fissa dimora che non risultano ospitate nei centri di accoglienza sono circa 50. In quei giorni saranno ospitate anche le persone che hanno già utilizzato tutte le giornate a disposizione (60 giorni), l'Unità di Strada gestirà direttamente l'accesso alle strutture

25 febbraio - 15:30

Tra il pubblico anche Sabina Guzzanti: sta seguendo le iniziative elettorali della lista in tutta Italia, alla fine farà un documentario. E sedute a fianco della consigliera comunale Antonia Romano ci sono l'ex partigiana Lidia Menapace e Chiara Capretti del Centro sociale ex Opg

24 febbraio - 19:36

Il colpo messo a segno questa notte. Si sospetta che anche il furgone usato dai ladri possa essere rubato. Le macchinette sono state ritrovate in una campagna in zona Roncafort

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato