Contenuto sponsorizzato

Cucciolo di capriolo muore intrappolato in una staccionata. "Intorno a lui altri esemplari, quasi a volerlo proteggere"

E' successo in prossimità di Malga Roncac a Moena. Il cucciolo è stato trovato questa mattina dai gestori della malga: "Certe barriere ai piedi del bosco non dovrebbero esserci"

Di Luca Pianesi - 08 gennaio 2018 - 18:50

MOENA. "E' stato bruttissimo. Intorno a lui c'erano altri cerbiatti che lo osservavano come a volerlo proteggere. Purtroppo staccionate appuntite come queste non dovrebbero esistere ai piedi del bosco". A parlare è Rosetta Desilvestro della Malga Roncac di Moena. Sono stati lei e altri della struttura ad avvisare la guardia forestale, questa mattina, dopo aver trovato un povero cucciolo di capriolo morto, bloccato in una staccionata poco sotto la loro malga. 

 

E' stato questo, infatti, il triste destino capitato a un povero cucciolo di capriolo che nella notte è rimasto incastrato tra due paletti di una staccionata rivelatasi, per lui, una vera e propria trappola.

 

L'animale deve aver provato a saltare la barriera ma lo slancio non è bastato a scavalcarla tutta. Nel ricadere il busto è rimasto incastrato e così, a penzoloni, è morto di stenti. Il cucciolo è stato trovato morto questa mattina. Queste immagini stanno diventando virali in queste ore dopo che sono state condivise su "Sei di Moena se..." scatenando lo sdegno e il dispiacere di tantissime persone, ma aprono anche a una riflessione.

 

Non è, infatti, la prima volta che in località montane succedono incidenti di questo tipo con ungulati che rimangono incastrati in barriere realizzate dall'uomo. In qualche occasione l'animale viene trovato in tempo ed è salvato dai vigili del fuoco o da altri soccorritori ma spesso le e allora l'animale muore. Compito delle amministrazioni di montagna, forse, sarebbe anche quello di controllare che certe costruzioni vengano evitate e sostituite con altre più consone.

 

"Lo abbiamo trovato questa mattina incastrato nella staccionata - ci ha spiegato la titolare della malga - e una cosa simile già in passato era successa da quel che sappiamo. Abbiamo immediatamente chiamato la guardia forestale. Una situazione molto drammatica perché attorno a lui c'erano altri esemplari quasi a volerlo proteggere. Forse la madre con i fratelli. Purtroppo staccionate di questo tipo, così appuntite, ai piedi di un bosco non dovrebbero starci".

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 novembre - 20:38

Sono 460 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 297 positivi a fronte dell'analisi di 4.323 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

26 novembre - 19:51

Mentre i contagiati comunicati da Fugatti e Segnana sono in costante calo, superati quasi ogni giorno dai guariti, il dato completo che comprende anche gli antigenici è meno rassicurante

26 novembre - 19:16

Il presidente ha fatto il punto sullo stato del contagio in Trentino spiegando che i dati sono buoni tranne quelli sulle ospedalizzazioni e le terapie intensive che sono in leggero peggioramento rispetto alla prossima settimana

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato