Contenuto sponsorizzato

Gli insetti che vivono nei torrenti? Ricoprono un duplice ruolo

Chironomidi, Plecotteri e Tricotteri sono gli ordini più rappresentati

Pubblicato il - 16 febbraio 2018 - 20:57

Gli insetti che vivono nell’acqua dei torrenti, spiega Leonardo Pontalti ittiologo dell’Ufficio faunistico della Provincia di Trento, svolgono contemporaneamente due funzioni: forniscono cibo ai pesci che se ne nutrono e costituiscono in base alla quantità e qualità numerica e di specie un prezioso indicatore biologico della biodiversità presente nell’acqua.

 

Chironomidi, Plecotteri e Tricotteri sono gli ordini più rappresentati.

 

D’inverno assumono stadi di sviluppo tipici del periodo di quiescenza.

 

Le larve dei Tricotteri, ad esempio, si circondano di sassolini che formano un astuccio intorno al loro corpo e si rifugiano sotto i sassi. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 febbraio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 febbraio - 18:20

L'uscita sulle piste del leader della Lega non sta riscuotendo il successo sperato. Molti gli attacchi a Fontana e a Zaia che oggi ha detto che i cinesi ''li abbiamo visti tutti mangiare topi vivi'' (GUARDA IL VIDEO) ma Salvini li difende: ''Li attaccano? Siamo ai limiti della vergogna''

28 febbraio - 17:44

I due episodi sono avvenuti a fine gennaio e inizio febbraio, quando si sono verificate le maxi emergenza in val di Sole. Alcuni ragazzi in vacanza in Trentino avevano iniziato a sentirsi male tra vomito e forti dolori allo stomaco. I risultati dell'inchiesta e indagine condotta dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

28 febbraio - 16:31

Le scuole, gli asili e l'università riaprono da lunedì e nei prossimi giorni verranno distribuiti i kit di sanificazione. L'ordinanza che riguarda il limite di persone per metri quadri diventa una raccomandazione rivolta ai locali pubblici e privati. Viene annullata anche l'entrata gratis ai musei prevista per domenica 1 marzo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato