Contenuto sponsorizzato

La notte tra martedì e mercoledì è stata quella più fredda di questo inverno. Ecco i dati

I dati elaborati da Meteo Triveneto. Il freddo è stato favorito dalla presenza dell’Anticiclone delle Azzorre accompagnato da un promontorio di alta pressione in quota

Pubblicato il - 14 febbraio 2018 - 19:28

TRENTO. Quella trascorsa tra martedì e mercoledì, soprattutto in molte località di montagna, è stata la notte più fredda dell’inverno 2017/2018. A confermarlo sono i dati raccolti da Meteo Triveneto.

 

Il freddo è stato favorito dalla presenza dell’Anticiclone delle Azzorre accompagnato da un promontorio di alta pressione in quota che favorisce l’afflusso di correnti da nord.

 

Analizzando i dati dell'inverno appena trascorso, di 10 stazioni meteorologiche di Meteotrentino poste ad altitudini comprese tra i 1465 e i 2595 metri, per tutte la notte scorsa è stata la più fredda.

 

“Abbiamo realizzato una tabella – ha spiegato Giampaolo Rizzonelli, presidente di Meteo Triveneto - che riporta la minima rilevata il 14 febbraio 2018 in ogni stazione, e per ogni stazione siamo andati a cercare le minime precedenti più basse per questo inverno, che in genere sono state il 29 dicembre o il 18/19 dicembre o il 09/10 dicembre, oltre che per alcune stazioni i giorni immediatamente precedenti al 14 febbraio”.

Elaborazioni di Giampaolo Rizzonelli su dati forniti da Provincia Autonoma di Trento
– Meteotrentino (i dati degli ultimi giorni non sono ancora “validati”)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 marzo 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 marzo - 22:19
La professionista si è spenta all'ospedale di Rovereto dopo aver combattuto la sua battaglia contro il coronavirus. Si allunga, purtroppo, l'elenco del personale sanitario caduto per Covid-19
30 marzo - 18:03

Sono 102 i nuovi contagi e si spezza il dato in calo dopo cinque giorni. Complessivamente le vittime per complicanze legate a Covid-19 sul territorio salgono a 147 per un totale di 221 morti a livello regionale

30 marzo - 18:52

Il direttore generale dell'Apss ha spiegato che se la questione dei cinesi di rientro in provincia è stata gestita bene era difficile immaginare per chiunque che il turismo, soprattutto lombardo, si sarebbe trasformato nella vera minaccia. E mentre i sanitari contagiati sono 129 arriva il tampone ''pit stop''

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato