Contenuto sponsorizzato

Aperte le iscrizioni per mettersi al servizio delle Dolomiti per 5 giorni e per festeggiare i 10 anni dal riconoscimento Unesco

Si cercano 50 ragazze e ragazzi (12-17 anni) che vogliano imparare in 5 giorni sulle Dolomiti come è organizzata e gestita la rete escursionistica montana del Cai

Pubblicato il - 12 maggio 2019 - 19:31

TRENTO. A dieci anni dal riconoscimento delle Dolomiti quali patrimonio Unesco, la Fondazione e diverse realtà lavorano in sinergia per celebrare la ricorrenza. Arriva una nuova iniziativa, "Campo Sentieri", che coinvolge per cinque giorni ragazze e ragazzi dai 12 ai 17 anni di tutto l'ambito dolomitico.

 

I cinquanta ragazzi che intendono aderire a questa iniziativa promossa da Fondazione Dolomiti Unesco, Provincia di Trento, Sat e Alpinismo giovanile Triveneto si troveranno a vivere un'esperienza indimenticabile, oltre a maturare la consapevolezza della responsabilità e dell'impegno necessario affinchè il bene comune montagna e Dolomiti possa essere trasferito alle generazioni future grazie anche al lavoro di manutenzione dei sentieri alpini.
 
L'idea di allargare l'esperienza "Campo Sentieri", che la Commissione alpinismo giovanile organizza da 5 anni in ambito regionale, è partita dalla Sat, ed è stata subito accolta dalle sezioni Cai dei territori dell'ambito dolomitico e sostenuta convintamente dalla Fondazione Dolomiti.

 

Anche in questo modo si celebrano i dieci anni del riconoscimento Unesco alle Dolomiti. I 50 ragazzi partiranno infatti da Cortina d'Ampezzo il prossimo 26 giugno in concomitanza con la Cerimonia ufficiale per il decimo compleanno delle Dolomiti.

 

Trascorreranno insieme 5 giorni sotto il Pelmo, facendo base al campeggio “Cadore” in località Peronaz a Selva di Cadore messo a disposizione dal Cai di Montecchio Maggiore su invito di quello Veneto. Le iscrizioni sono aperte fino a fine maggio attraverso le segreterie regionali Cai/Sat. La quota di adesione è di 50 euro (Qui info).

 

"Incontrarsi, stare insieme, costruire un senso di appartenenza 'dolomitico', costruire relazioni e imparare sul campo l’importanza della cura del territorio. Non basta - dice il vice presidente della Fondazione Unesco - avvicinare i giovani alla bellezza della montagna, bisogna insegnare loro a prendersene cura. Soprattutto in un momento in cui moltissimi sentieri hanno subito gli effetti della tempesta Vaia: il lavoro volontario dei Club alpini che se ne occupano appare al limite del possibile e comporterà gli 'straordinari' per diversi anni. Non si tratta solo di formare nuove leve per la manutenzione dei sentieri, ma di far comprendere loro l’importanza del lavoro dei volontari e appassionare i giovani a un territorio fragile, che ha bisogno di attenzione e di cura, anche solo per essere percorso a piedi. Nelle giornate del campo i ragazzi potranno apprendere, grazie ad esercitazioni teoriche e pratiche, come viene organizzata e gestita la rete escursionistica montana, gestita dalle varie sezioni del Cai/Sat, ed il valore del lavoro dei volontari che contribuiscono alla manutenzione dei sentieri alpini".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 maggio - 06:01

Per ogni settore, per ogni assessorato, per ogni ambito, per ogni tema da affrontare la giunta leghista ha creato, crea e probabilmente creerà una specifica ''task force'' sempre annunciata con squilli di trombe e della quale, il più delle volte, poi non si ha più notizia. Ora potrebbe arrivare la task force che vigila le task force

28 maggio - 08:54

Il video sta facendo il giro del web e le immagini sarebbero state girate in Val Rendena. In 20 secondi di immagini i due uomini sono riusciti a condensare quello che di più sbagliato si possa fare

28 maggio - 08:05

Sul posto si sono portati i vigili del fuoco che hanno prestato le prime cure. I due bambini sono rimasti bloccati a causa delle correnti e dell'acqua fredda 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato