Contenuto sponsorizzato

Una stagione da fame per i rondoni che frequentano il Trentino

Il clima mutevole di quest’anno ha creato difficoltà anche alle tre specie di rondoni che trascorrono in Trentino una parte della stagione nutrendosi di insetti catturati in volo e quindi rendendo un prezioso servizio all’agricoltura

Pubblicato il - 01 luglio 2019 - 19:16

Il clima mutevole di quest’anno ha creato difficoltà anche alle tre specie di rondoni che trascorrono in Trentino una parte della stagione nutrendosi di insetti catturati in volo e quindi rendendo un prezioso servizio all’agricoltura.

 

I primi esemplari di rondone comune hanno avuto difficoltà a cibarsi a causa del freddo.

 

Nel mese di marzo sono stati notati rondoni costretti a volare basso per cibarsi dei pochi insetti che si trovavano vicino a terra.

 

Nei mesi successivi, salvo l’ultimo periodo di caldo, il freddo ed il vento hanno reso difficile o impedito il volo di insetti.

 

Il rondone maggiore ritorna nei Paesi caldi a fine luglio (26 luglio festa di Sant’Anna).

 

A metà settembre va via il rondone pallido. Rimane fino a metà ottobre il rondone maggiore che nidifica sulle rocce.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 ottobre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

14 ottobre - 06:01

La piaga riguarda soprattutto persone dai 45 ai 54 anni ma negli ultimi anni sono aumentati notevolmente i giovani. Il Trentino Alto Adige è una delle regioni più colpite in Italia. Da qualche settimana è arrivata sul nostro territorio una sede dell'Osservatorio violenza e suicidio che è già presente in quasi tutti le regioni italiane. A breve a Trento il congresso dal titolo “Blue Whale e la prevenzione dei rischi suicidari” 

13 ottobre - 19:39

Nei punti del governo giallo-rosso c'è anche l'eliminazione del contante a favore dei pagamenti con moneta elettronica. L'Italia è infatti fanalino di coda in questo campo, nonostante il più alto numero di terminali Pos d'Europa. L'economista Cerea: "Non si capisce che pagare in contanti è più rischioso ed oneroso". E c'è chi si oppone perché gli anziani non sarebbero in grado di adattarsi all'innovazione

13 ottobre - 14:36

L'ingegnera Arianna Minoretti, originaria di Como, ingegnera della Norwegian Public Roads Administration in un incontro pubblico ha confermato la fattibilità del progetto. Servirebbe per collegare la ciclabile Riva con Limone e permetterebbe di risolvere diversi punti critici

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato