Contenuto sponsorizzato

Borgo Valsugana, la Pat esprime soddisfazione per la qualità dell'aria. L'assessore Tonina: "Trend in diminuzione da anni"

Pubblicati i dati sulla qualità dell'aria a Borgo Valsugana: le concentrazioni di inquinanti segnano un calo nel particolato sottile PM10, in quello fine PM2,5 e nel biossido d'azoto. Soddisfazione dall'assessorato all'ambiente e dalle agenzie provinciali

 

 

Pubblicato il - 09 marzo 2020 - 17:31

BORGO VALSUGANA. Dito all'insù ed esito positivo dei controlli sulla qualità dell'aria. A dirlo è la Provincia, che commentando i dati sulle concentrazioni in inquinanti emessi dalle Acciaierie del centro valsuganotto, ha espresso soddisfazione rispetto al “trend in costante diminuzione in atto ormai da alcuni anni”.

 

A conclusione dell'anno di monitoraggio 2019, le concentrazioni di inquinanti misurati, in particolare di particolato sottile PM10, di particolato fine PM2,5 e di biossido di azoto, si sono confermate ben al di sotto dei valori limite che la normativa ha definito a tutela della salite delle persone ed in generale dell'ambiente. L'Appa (Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente) ha pubblicato anche i dati positivi sulle deposizioni atmosferiche, riguardanti tutti i metalli e i composti riconducibili alla famiglia delle diossine, i quali ricadono sul suolo.

 

Per il quinto anno consecutivo, ovvero da quando è stato avviato anche questo tipo d'indagine, i livelli di polverosità emessi risultano “praticamente assenti” o comunque in norma con “aree rurali/urbane, secondo la scala europea di riferimento”. Tali dati, corredati alle misure fatte dalla stazione di monitoraggio della qualità dell'aria presente a Borgo Valsugana, lasciano quindi le autorità soddisfatte.

 

L'assessore provinciale competente, Mario Tonina, ha quindi preso in esame in maniera più specifica l'attività di monitoraggio dell'acciaieria, alla luce anche di un'interrogazione arrivata in Consiglio provinciale, nata da una serie di filmati realizzati all'esterno dello stabilimento dall'associazione Valsuganattiva a partire dal 2015 e periodicamente consegnati all'Appa. Filmati considerati dai funzionari tecnici di Appa e del Servizio autorizzazioni e valutazioni ambientali come attività di vigilanza civica utili ad aggiungere conoscenza.

 

Per quanto riguarda l'attività amministrativa e ispettiva promossa dalle due agenzie nel corso degli anni, essa ha consentito un progressivo e costante miglioramento dell'efficienza dei sistemi di abbattimento e captazione delle polveri e delle altre emissioni dell'acciaieria di Borgo. Secondo Appa e Sava le misure di miglioramento imposte al gestore dell'impianto sono andate ben oltre le normali prescrizioni imposte dalle migliori tecniche disponibili o best available techniques di settore.

 

Preso positivamente atto di ciò, l'assessore Tonina ha tuttavia ribadito l'indicazione dell'amministrazione a proseguire con l'attività di controllo ordinaria e straordinaria, con la finalità di garantire il rispetto dell'autorizzazione in vigore e della normativa ambientale di riferimento, assumendo i relativi esiti anche al fine di imporre al gestore ulteriori migliorie ritenute necessarie o opportune per minimizzare gli impatti.

 

L'assessore provinciale ha infine posto l'attenzione sull'opportunità di istituire urgentemente un tavolo tecnico per la definizione dell'Accordo di programma tra la Provincia, il Comune e l'impresa, come previsto dalle norme di attuazione del Piano urbanistica provinciale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 05:01

Il racconto dell’altra faccia della prima linea contro il coronavirus, la storia di Veronica Righi che si occupa di ricostruire i contatti stretti dei positivi: “Come assistenti sanitari siamo pochi in Italia, prima nessuno ci conosceva ma con la pandemia la gente inizia a capire cosa facciamo”

19 ottobre - 20:05

Ci sono 44 pazienti nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, nessuno si trova nel reparto di terapia intensiva ma 7 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 79 positivi a fronte dell'analisi di 1.521 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 5,2%

19 ottobre - 19:53

Mentre ci sono oltre 170 lavoratori che scioperano e lottano per i loro diritti, in consiglio provinciale l'assessore competente ha fatto il punto sulla loro situazione spiegando: ''E’ chiaro che non è intenzione della Pat assecondare decisioni che impattano negativamente sulle condizioni di benessere dei lavoratori, che sono i nostri lavoratori trentini, ma non possiamo però ignorare le istanze che vengono dal tessuto produttivo''. Per il segretario della Cgil ''Fugatti abbandona i lavoratori al proprio destino''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato