Contenuto sponsorizzato

Cadini del Brenton, da giugno i turisti pagheranno 2 euro "simbolici" per visitare le pozze color smeraldo

Tra i servizi che saranno implementati, è prevista l'installazione di una nuova segnaletica informativa e la realizzazione di un parcheggio a servizio di carabinieri forestali e soccorsi

 

Pubblicato il - 29 febbraio 2020 - 11:41

SOSPIROLO (BL). Dal 1 giugno fino al 30 settembre 2020, visitare gli spettacolari Cadini del Brenton, in Valle del Mis, costerà 2 euro. Il provvedimento è stato varato nei giorni scorsi dal consiglio direttivo del Parco nazionale delle Dolomiti Bellunesi.

 

I Cadini del Brenton presentano 15 piscine naturali color smeraldo su più livelli, collegate da piccole cascate, oltre all’omonimo lago artificiale e alle cascate della Soffia. Uno spettacolo raggiungibile a pochi minuti di auto da Belluno.

 

Troppi turisti a visitare il meraviglioso luogo naturalistico, e quindi si è deciso di prendere i proverbiali “due piccioni con una fava”, proponendo un'iniziativa mirata a valorizzare il sito, sia nel contenimento dei visitatori (che spesso si sono abbassati a comportamenti incivili) sia con un miglioramento dei servizi presenti nel luogo. Una piccola somma, si potrebbe dire simbolica, ma di grande importanza: “segno di amore per il territorio”, come dice il presidente del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, Ennio Vigne.

 

In cambio del pagamento del biglietto, infatti, all'interno del sito, che annualmente attira oltre 30 mila visitatori, verranno riaperti i bagni, chiusi da anni e sarà completata la posa della staccionata ora incompleta. Verrà anche installata una nuova segnaletica informativa e realizzato, a sinistra dell’ingresso, un parcheggio a servizio di carabinieri forestali, forze dell’ordine e soccorsi.

 

Saranno esentati dal pagamento, i ragazzi sotto i 14 anni di età e i residenti nei 15 comuni dell'area parco.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 05:01

Il racconto dell’altra faccia della prima linea contro il coronavirus, la storia di Veronica Righi che si occupa di ricostruire i contatti stretti dei positivi: “Come assistenti sanitari siamo pochi in Italia, prima nessuno ci conosceva ma con la pandemia la gente inizia a capire cosa facciamo”

19 ottobre - 20:05

Ci sono 44 pazienti nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, nessuno si trova nel reparto di terapia intensiva ma 7 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 79 positivi a fronte dell'analisi di 1.521 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 5,2%

19 ottobre - 19:53

Mentre ci sono oltre 170 lavoratori che scioperano e lottano per i loro diritti, in consiglio provinciale l'assessore competente ha fatto il punto sulla loro situazione spiegando: ''E’ chiaro che non è intenzione della Pat assecondare decisioni che impattano negativamente sulle condizioni di benessere dei lavoratori, che sono i nostri lavoratori trentini, ma non possiamo però ignorare le istanze che vengono dal tessuto produttivo''. Per il segretario della Cgil ''Fugatti abbandona i lavoratori al proprio destino''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato