Contenuto sponsorizzato

Temperature più calde, tempeste e 28500 fulmini. L'Alto Adige fa il bilancio di un'estate meteorologica all'insegna della pioggia

La Provincia di Bolzano ha tirato le somme di un'estate meteorologica appena trascorsa e conclusasi con le tempeste dell'ultimo fine settimana di agosto. Rispetto alla media stagionale, quest'anno le temperature hanno registrato mezzo grado in più, con la colonnina del mercurio che ha raggiunto l'apice a Ora il primo di agosto. Oltre 28mila i fulmini caduti sul territorio

Pubblicato il - 01 September 2020 - 19:26

BOLZANO. Nel giorno in cui comincia l'autunno meteorologico, è tempo di tirare un bilancio dell'estate appena conclusa. A farlo è la Provincia di Bolzano, secondo cui il periodo estivo è terminato tra molte piogge e poche ondate di calore. Poche le notti tropicali, mentre in complessivo le temperature hanno registrato un lieve aumento. È impressionante, invece, il numero dei fulmini abbattutisi sul territorio provinciale: ben 28500.

 

L'estate 2020 ha fatto registrare delle temperature un po' più moderate rispetto agli anni precedenti. Se infatti nel mese di giugno queste sono rimaste in linea con le media degli anni precedenti, in luglio e agosto si è avuto un lieve incremento. Rispetto al periodo di confronto, pertanto, l'estate 2020 ha registrato uno 0,5º in più, senza però, fortunatamente, che si verificasse alcuna ondata di calore particolarmente eccessiva o alcuna notte tropicale.

 

Nella stagione meteorologica appena conclusa la temperatura più elevata si è registrata in Bassa Atesina, a Ora, nella giornata dell'1 agosto. La colonnina del mercurio, in quel caso, ha toccato i 37,3 gradi centigradi, temperatura che contrasta con quella più fresca registrata invece il primo di giugno a Monguelfo, in Val Pusteria: 1,6 gradi centigradi.

 

Le abbondanti piogge, chiaramente, hanno reso quest'estate più piovosa di altre, con una stima che va dal 40 all'80% in più. Il mese di gran lunga più umido è stato agosto, specie a seguito delle precipitazioni cadute nell'ultimo fine settimana del mese.

 

Tra i dati più impressionanti c'è sicuramente quello sui fulmini caduti in Alto Adige in questa stagione estiva. Mentre a giugno tuoni e fulmini sono state relativamente scarsi a causa di temperature modeste, nei mesi di luglio e agosto l'aumento dell'attività temporalesca ha portato ad un incremento rilevante di questi fenomeni. Il bilancio, dunque, si attesta come detto a 28500 fulmini.

 

Anche quest'anno, infine, l'Alto Adige è stato teatro di tempeste, tra piogge intense, grandine, burrasche, concluse con l'alluvione dello scorso fine settimana. Nessuna zona della provincia, da questo punto di vista, è stata risparmiata.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
15 aprile - 10:01
Sono 1.525 le persone attualmente contagiate in Trentino. Sono 27 i territori con 1 persona attualmente positiva. Registrate 165 guarigioni [...]
Ambiente
15 aprile - 06:01
Nel 2015, in Trentino, era stato avviato un progetto innovativo basato su un sistema intelligente che puntava a evitare che gli orsi si [...]
Cronaca
15 aprile - 08:33
A provocare l'incendio il guasto di un freno. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Bressanone 
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato