Contenuto sponsorizzato

I nidi delle rondini? Devono essere protetti. Multe fino a 500 euro per chi li distrugge o danneggia, l'ordinanza del Comune di Belluno

Nell'ordinanza del sindaco viene specificato anche che in caso di danneggiamento o distruzione di nidi sarà ordinata la realizzazione di nidi artificiali in sostituzione di quelli distrutti o danneggiati

Pubblicato il - 22 maggio 2021 - 19:03

BELLUNO. Il Comune di Belluno vieta e punisce con una multa chi distrugge, rimuove o danneggia i nidi di rondine, balestruccio, rondone comune e affini. Lo ha stabilito con un'ordinanza il sindaco Jacopo Massaro che è stato pubblicata proprio in queste ore. (Qui il link dell'ordinanza)

 

Nell'ordinanza viene specificato l’obbligo per chiunque di rispettare i nidi provvedendo alla loro tutela e protezione. Questo include l’obbligo di non disturbare, danneggiare e abbattere i nidi, anche nelle fasi iniziali di costruzione. Una tutela che si estende anche al di fuori del periodo riproduttivo (autunno-inverno), in quanto rondine comune e balestruccio possono utilizzare gli stessi nidi per più anni di seguito.

 

La Polizia Municipale è incaricata di vigilare sulla corretta osservanza delle norme e n caso di violazione possono arrivare sanzioni che vanno dai 25 ai 500 euro. In caso di danneggiamento o distruzione di nidi sarà ordinata la realizzazione di nidi artificiali in sostituzione di quelli distrutti o danneggiati.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 novembre - 20:26
Trovati 188 positivi, 2 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 112 guarigioni. Sono 44 i pazienti in ospedale. Sono 833.300 le dosi di [...]
Politica
27 novembre - 19:46
Le attiviste hanno ricordato anche la recente aggressione avvenuta in centro, e arrivata dopo un evento che serviva per autofinanziare la [...]
Cronaca
27 novembre - 19:29
Il genoma è stato sequenziato al laboratorio di Microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco. Il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato