Contenuto sponsorizzato

IL VIDEO. Camion seppellisce rifiuti sul cantiere della Pedemontana? Guarda: "Ennesima segnalazione. Servono controlli extra"

Un camion che scarica terra per seppellire alcuni sacchi di rifiuti lungo un terrapieno della superstrada Pedemontana Veneta. Questa la grave scena immortalata con il cellulare da un cittadino. La consigliera Guarda: "Molte irregolarità non sarebbero mai venute a galla se non fosse stato per le segnalazioni dei cittadini"

Di Lucia Brunello - 11 gennaio 2021 - 13:28

ALTIVOLE (TV). Un camion che scarica terra per seppellire alcuni sacchi di rifiuti lungo un terrapieno della superstrada Pedemontana Veneta. Questa la grave scena immortalata con il cellulare da un cittadino residente nella zona di Altivole, vicino ad Asolo in provincia di Treviso.

 

Il fatto è avvenuto l'8 gennaio sul cantiere dell’opera cantierata più grande d’Italia, nello specifico nel tratto della strada in costruzione nelle province di Treviso e Vicenza. Una scena che si racconta da sola, specialmente considerando tutti gli inciampi (alcuni gravi, altri gravissimi) che sono venuti a galla negli scorsi mesi e che riguardano proprio la costruzione della superstrada.

 

Per una ventina di secondi si vede il camion scaricare la terra sopra ai rifiuti, mentre due operai osservano dal basso. Uno di loro è in cima a una scala appoggiata al muro in cemento: improbabile non si sia accorto dei sacchi colorati lì presenti. Eppure il lavoro di copertura non si è fermato.

 

Il video si è presto diffuso sul web, e così diversi comitati che si battono da anni contro la realizzazione dell’opera si sono attivati. Poco dopo il fatto è arrivato un comunicato stampa della Regione Veneto sul fatto: “La struttura di progetto ha immediatamente richiesto spiegazioni al concessionario e informato le autorità competenti per gli accertamenti del caso”.

 

A essersi poi espressa su quanto mostrato dal video è Cristina Guarda, consigliera regionale del Veneto con Europa Verde, che con un post su facebook ha ripercorso tutte le ombre della Pedemontana in una vera e propria "lista nera". "Ho voluto ripercorrere ogni singolo aspetto relativo agli ultimi 5 anni di costruzione della Pedemontana per far emergere le tantissime e preoccupanti segnalazioni arrivate e far capire che non si tratta di un caso isolato".

 

Il principio alla base del discorso di Guarda è proprio questo: tutti questi fatti non sarebbero mai venuti allo scoperto se non ci fosse stato un cittadino pronto a fare un video come in questo caso. "Ogni singola segnalazione di residenti che hanno denunciato un disagio o un mancato rispetto delle norme di sicurezza sono state sempre sminuite dalla Regione che prende sempre per buona la dichiarazione del consorzio Sis e non si mette a questionare su ciò che riceve".

 

"Non viene mai messo in dubbio nulla - continua - neanche quando la polizia locale o i carabinieri verificano in loco l’assenza del rispetto delle norme di sicurezza, come per esempio è successo a Malo".

 

La consigliera si batte da anni per una trasparenza di comunicazione tra Regione e cittadinanza sul tema della Pedemontana. Un dialogo che però è sempre stato a senso unico. "In passato ho fatto degli esposti perché anche la procura si esponesse su questi casi in maniera evidente. Non soltanto per la tutela della salute ma anche per la tutela delle aree protette dove è stato scorticato il terreno, e argini e voragini sono state cementificate".

 

"Oltre all'aspetto ambientale e sanitario, quello che mi preoccupa maggiormente è l’atteggiamento di un’istituzione che prima di mettersi a garanzia dei cittadini, lo è del privato che costruisce l’opera. Il politico deve fare la sua parte anche dal punto di vista umano e non solo tecnico. Non lo accetto".

 

"Ciò che chiediamo noi da anni è che venga dato riscontro con dei controlli che siano costanti su tutti i cantieri in corso", conclude. "Bisogna attivare dei controlli extra".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
28 settembre - 17:15
Gli imprenditori trentini guardano al futuro con fiducia ma non mancano le criticità. Un’azienda su 5 giudica il territorio in declino. [...]
Cronaca
28 settembre - 17:03
 Oggi si registrano 3 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare. Tra i nuovi casi nelle fasce di età adulte, 4 hanno tra 60-69 anni, 1 [...]
Cronaca
28 settembre - 17:02
La poiana è stata impallinata nella zona di Tiarno di Sopra, ferita gravemente ad un’ala e al corpo, ha però continuato il volo per un breve [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato