Contenuto sponsorizzato

La sabbia del Sahara ha colorato anche i ghiacciai a 3.000 metri di quota e nei prossimi giorni potrebbe tornare

In questi giorni potrebbe ripresentarsi la polvere del Sahara che sulle Alpi è arrivata fino a 3.000 metri di quota. I meteorologi: “Marzo 2022 è stato uno dei mesi più aridi della storia delle misurazioni”

Foto: Webcam Interreg-Projekt Glacier Inventory South Tyrol-Tyrol GLISTT)
Di T.G. - 31 marzo 2022 - 19:40

BOLZANO. Il mese di marzo che termina oggi è stato uno dei più secchi degli annali meteorologici, a certificarlo il report dell'Ufficio meteorologia e prevenzione valanghe dell’Agenzia per la Protezione civile dell’Alto Adige.

 

Il mese di marzo infatti è stato molto secco in tutto l'Alto Adige, e solo ora verso la fine del mese è caduta un po' di pioggia. Nell’ultimo periodo si sono ripetutamente susseguiti periodi di alta pressione, per questo il mese di marzo 2022 si è concluso come uno dei più aridi della storia delle misurazioni. Da quando sono iniziate le registrazioni circa 100 anni fa, raramente a marzo si è verificato un mese con precipitazioni così scarse.

 

In questi giorni si ripresenta inoltre un fenomeno meteorologico insolito (QUI approfondimento): la polvere del Sahara colora gli strati d'aria di giallo, arancione o marrone. Centinaia di milioni di tonnellate di polvere vengono sollevate ogni anno dal deserto africano e ci raggiungono con forti venti da sud, arrivando anche più lontano, fino nel Nord Europa. La sabbia del Sahara ha colorato anche i ghiacciai fino a 3.000 metri di quota.


Temperature al di sotto della media di lungo periodo

Le temperature di marzo sono state di 0,5-1 grado Celsius al di sotto della media di lungo periodo. Dopo tre settimane molto fresche, solo nell'ultima settimana il clima è diventato primaverile con temperature oltre i 20 gradi. Tuttavia, questa fase calda non è stata in grado di compensare il deficit termico di questo mese.

 

La temperatura più bassa e più alta del mese

La temperatura più alta del mese è stata registrata a Bronzolo il 28 marzo con 23,7 gradi Celsius. Il 2 marzo è stata registrata la minima del mese a Monguelfo con meno 13,6 gradi.

 

Cosa ci attende per i prossimi giorni?

Le Alpi si trovano sul fronte di una depressione sopra l'Europa occidentale. Correnti da sud-ovest continueranno a portare aria umida e polvere del Sahara. Anche oggi a causa delle molte nuvole il cielo è coperto, possibile anche qualche episodio piovoso. Il limite delle nevicate è compreso tra 1.400 e 1.700 metri sul livello del mare. Le temperature massime si attesteranno fra i 9 e i 17 gradi Celsius. Domani il mese di aprile inizierà fresco e instabile: le precipitazioni si faranno più frequenti e il limite delle nevicate nel nord dell'Alto Adige potrà scendere sotto i 1.000 metri sul livello del mare. Anche sabato (2 aprile) le condizioni meteo resteranno perturbate con tante nuvole e qualche rovescio. Sono previste anche condizioni di vento e temperature ancora fresche. La domenica sarà asciutta con qualche tempo soleggiato. Lunedì il sole tornerà a splendere più a lungo.

 

Diagrammi del clima

I diagrammi del clima con le informazioni sulle temperature e sulle precipitazioni a Bolzano, Merano, Silandro, Bressanone, Vipiteno, Brunico e Dobbiaco vengono aggiornati quotidianamente e mostrano se i dati attuali sono superiori o inferiori alla media di lungo periodo.

 

Bollettino meteo online

Le informazioni sulla situazione meteorologica generale e sull'ulteriore sviluppo del meteo in Alto Adige sono costantemente aggiornate al sito provinciale dedicato meteo.provincia.bz.it.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 giugno - 18:21
Dopo la tragedia in autostrada costata la vita alla 31enne infermiera sono stati tantissimi i messaggi di cordoglio alla famiglia. Il fratello [...]
Politica
25 giugno - 17:35
Il presidente Fugatti ha detto che ''il ministro qui in Val di Non è venuto a visitare le strutture e a conoscere da vicino i progetti che le [...]
Cronaca
25 giugno - 15:46
Il bambino avrebbe ingerito qualcosa che gli sarebbe poi andato di traverso, per questo rischiava di morire soffocato: rianimato da un carabiniere [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato