Contenuto sponsorizzato

L'aquila reale riconquista la libertà dopo due mesi di cura

E' tornata in natura dopo più di due mesi di degenza al Cras Lipu di Trento  a causa di una grave infezione

Pubblicato il - 16 marzo 2017 - 18:15

TRENTO. Il 12 gennaio scorso un'aquila reale era in difficoltà e non riusciva a prendere il volo. La sua presenza era stata segnalata agli uffici del Parco naturale Adamello Brenta da un escursionista di Pinzolo.  In pochi attimi il grosso rapace era già stato catturato e consegnato agli operatori della Lipu.

 

Oggi, a distanza di circa due mesi, l'aquila è ritornata ad essere libera. Proprio questa mattina, infatti, ha spiccato il volo in un'area protetta, in zona Cinque Laghi sui monti di Madonna di Campiglio.

La liberazione del rapace è avvenuta grazie all'impegno nato dalla collaborazione tra Provincia autonoma di Trento attraverso il Servizio Foreste e Fauna - Ufficio Faunistico, il Parco Naturale Adamello Brenta e la Lipu.


 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Sport
05 agosto - 20:44
Un timoniere dal talento unico e cristallino, il velista si è confermato tra i migliori interpreti della disciplina e Tita non ha mai nascosto [...]
Politica
05 agosto - 20:53
Ennesima protesta No-vax in piazza a Trento, presenti anche i consiglieri di Fratelli d’Italia Demattè e Rossato: “Siamo qui per dire no [...]
Cronaca
05 agosto - 20:26
Trovati 33 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 36 guarigioni. Ci sono 11 pazienti in ospedale, di cui 1 persona in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato